Rieti senza barriere

Soccorso dei disabili in emergenza: due incontri per “Rieti senza barriere”

Soccorso dei disabili in emergenza: all’interno della quinta edizione di “Rieti senza barriere” sono stati inseriti due incontri di quattro ore ciascuno sul tema

Raccogliendo la proposta nata la scorsa edizione al termine dell’incontro sul soccorso dei disabili in emergenza, relatore dott. Ciciliano, dove è emersa la necessità di saper eseguire un soccorso integrato, all’interno della quinta edizione di “Rieti senza barriere” sono stati inseriti due incontri di quattro ore ciascuno sul tema. I relatori saranno esperti nell’area dell’autismo, dell’alzheimer, la sordità, chiudendo con cenni sulla sicurezza e norme comportamentali dei soccorritori ai sensi del D. Lgs 81/2008.

Lo scopo di tali incontri è essere in grado di eseguire un soccorso di qualità nei confronti dei disabili riuscendo ad individuare il tipo di disabilità ed utilizzare di conseguenza il comportamento più adeguato. È fuor di dubbio la necessità di operare in sicurezza per entrambe le parti (operatore e disabile), ma questo è possibile solo quando i soccorritori sapranno quale approccio sarà il più opportuno, legato non solo all’operatività, ma anche ad una comunicazione integrata. Chiunque si cimenta in un intervento su un disabile deve essere in grado di sapere ciò che deve fare, ma soprattutto ciò che non deve fare, onde aggravare i già alti livelli di stress cui i disabili sono sottoposti in contesti che esulano dal loro quotidiano.

Gli incontri sono aperti agli operatori del soccorso, della sicurezza, agli insegnanti ed ai cittadini la cui importanza della consapevolezza, è stata sottolineata anche dalla recente normativa sull’emergenza (D.Lgs 1/2018). Il diritto del disabile di una giusta ed efficace assistenza è sancita dalla Convenzione dei diritti delle persone con disabilità dalle Nazioni Unite.

Gli incontri si terranno i giorni 9 e 30 marzo dalle ore 8,00 alle 12,30, presso la Camera di Commercio di Rieti in via Borsellino. Le iscrizioni sono in fase di chiusura, chi fosse interessato mandi un’adesionesubito all’indirizzo e.mail rieti@volontariato.lazio.it specificando se è un volontario e di quale associazione e, se professionista, di quale organizzazione.

Rispondi