Giugno Antoniano

«Siete la cosa più bella della vita»: la benedizione del vescovo ai bambini

Folla di piccoli e di genitori in piazza San Francesco per la tradizionale benedizione dedicata ai bambini nell'ambito dei festeggiamenti del Giugno Antoniano

«Perchè Gesù secondo voi aveva un debole per i bambini e li voleva sempre intorno a sè?» È stata questa la domanda che il vescovo Domenico ha posto alla folla di piccoli radunati in piazza San Francesco per la tradizionale benedizione tutta dedicata a loro per il Giugno Antoniano.

Tante e curiose le risposte dei piccoli, che hanno voluto interloquire con monsignor Pompili. «Perchè Gesù era il più bello!», «perchè anche lui è stato bambino!», dice convinto Alessandro. «Perchè sono innocenti», dice una bambina, «perchè sono buoni», «perchè li proteggeva», «perchè gli voleva bene!», afferma Giovanni.

«Certo, ne avete date tante di risposte giuste – ha detto il vescovo – e di certo dobbiamo ripartire da questo sguardo carico di simpatia del maestro, perchè voi bambini rappresentate la cosa più bella della vita».

Genitori, mamme, papà ma anche i nonni non sono voluti mancare a uno degli appuntamenti più sentiti del mese antoniano, colorando la piazza antistante la chiesa dov’è custodita la statua di Padova venerato dai reatini.

Prima di fare il giro su piazza San Francesco per benedire i piccoli, uno spettacolo tutto per loro, animato dai canti, dai balli e dall’entusiasmo delle suore francescane di Santa Filippa Mareri, da padre Marcello, padre Luigi e padre Antonio Maria della fraternità interobbedenziale di San Rufo e concluso con lo spettacolo di magia di un frate mago.

 

 

 

Rispondi