Anniversari

Sette anni fa moriva il cardinale Martini

Numerose le celebrazioni per il settimo anniversario della morte del cardinale gesuita, teologo e biblista, arcivescovo di Milano dal 1980 al 2002, scomparso il 31 agosto del 2012

Una Messa alle 17 nella chiesa dell’Aloisianum di Gallarate, presieduta dal vicario generale della diocesi di Milano, monsignor Franco Agnesi, e un video che raccoglie alcune testimonianze sulle ultime ore di vita del cardinale Carlo Maria Martini, sul funerale in Duomo a Milano e sul suo rapporto con la malattia, pubblicato dalla Fondazione a lui intitolata.

Queste alcune delle commemorazioni organizzate nel settimo anniversario della morte del cardinale gesuita, teologo e biblista, arcivescovo di Milano dal 1980 al 2002, scomparso il 31 agosto del 2012 a Gallarate, dove aveva soggiornato negli ultimi anni di vita, al rientro dalla Terra Santa. Ieri nel Duomo del capoluogo lombardo, l’arcivescovo Mario Delpini ha celebrato una Messa solenne in ricordo dei suoi predecessori defunti, in particolare i cardinali Alfredo Ildefonso Schuster, Giovanni Colombo, Dionigi Tettamanzi e lo stesso Martini.

«Vogliamo, con la grazia di Dio — ha assicurato monsignor Delpini commemorando oltre allo stesso Martini, anche i cardinali Schuster, Colombo e Tettamanzi, — continuare a essere il segno della presenza del Regno nella storia e nella terra di questa diocesi. Chiediamo la grazia di continuare a essere la Chiesa unita, libera, lieta vicina a ogni uomo e donna senza essere trascinata qua e là da ogni vento, di essere immersi nella vita senza omologazione, di essere un segno di benevolenza senza mendicare approvazione e consensi, di avere la tenacia dell’originalità cristiana senza chiusure allo Spirito che sempre sorprende e converte».

Rispondi