Televisione

Sanremo si farà con Amadeus e Fiorello, ma differito

Confermata l'accoppiata vincente durante la presentazione dei palinsesti 2020/2021. La kermesse in scena dal 2 al 6 marzo

«Sanremo 2021 sarà di di nuovo affidato al direttore artistico Amadeus, e insieme a lui al grande Fiorello. Un Sanremo che forse riaprirà la nostra normalità. Sarà però posticipato dal 2 al 6 marzo per ragioni di precauzione». Il direttore di Rai 1 Stefano Coletta ha confermato questa mattina, durante la presentazione dei Palinsesti della stagione 20/2021 Rai, che la kermesse record d’ascolti quest’anno, si farà con lo stesso direttore artistico con la formula che ha avuto successo perché «basata sull’amicizia e su valori che sono insiti nella Rai». Sanremo, quindi, dovrebbe riaprire alla normalità, seppur nell’incertezza del futuro («ma abbiamo pronto un piano B sulla sicurezza», aggiunge Coletta). L’avvicinamento alla kermesse consterà anche quest’autunno di un programma di “selezione trasparente” il giovedi in seconda serata. AmaSanremo è l’ultimo rettilineo che porterà al traguardo di Sanremo Giovani 2020. Dopo le selezioni operate dalla Commissione Musicale presieduta dal Direttore Artistico del Festival, i 20 giovani artisti più meritevoli saranno i protagonisti di queste 5 puntate, in onda dal 22 ottobre al 19 novembre, alle ore 22.45, durante le quali saranno promossi i 10 finalisti di Sanremo Giovani, in programma il successivo 18 dicembre.

Una Rai attenta alla ripartenza e alla società civile, che si è riscoperta “casa degli italiani” forte dell’esperienza di questi ultimi difficilissimi mesi di lockdown quella che ha presentato un palinsesto estremamente ricco e variegato, basato soprattutto sull’informazione, sulla cultura e sui ragazzi. Sempre Coletta lancia un’altra novità, confermando gli appuntamenti di informazione religiosa come A sua immagine condotto da Lorena Bianchetti. «Le fortissime dirette con papa Francesco sono l’esperienza che mi resta a livello personale come condensato del lock down – spiega il direttore di Rai 1 -.Il grande vincitore di questa stagione del Covid è il Papa: non solo perché la Messa da Santa Marta su Rai 1 ha superato il 30 per cento di share alle 7 di mattina, ma perché ci ha fatto capire che veniva seguita anche la comunicazione non verbale. Quando il servizio pubblico raggiunge i bisogni più profondi delle persone, ha fatto il suo lavoro. Ho avuto un incontro negli ultimi giorni. Mi piacerebbe strutturare una idea di liturgia dell’alba, al mattino presto di Rai 1» aggiunge Stefano Coletta.

Per l’Ad Fabrizio Salini quello appena passato «è stato un periodo complesso, i lavoratori hanno garantito una programmazione anche piu ampia e articolata. Nel periodo del lockdown abbiamo anche sperimentato nuovi formati. Questo è un motivo di grandissima soddisfazione per un servizio pubblico che rimane la nostra meta. I nostri obblighi sono inclusività, coesione sociale, memoria, futuro e ragazzi. Sono i grandissimi temi che la Rai non puo sottovalutare» .

In modo significativo, si è scelto quindi stamattina di presentare i programmi della Rai a partire da quelli di Rai Ragazzi, dato che i «ragazzi sono il nostro futuro», ha aggiunto il direttore del settore Luca Milano. «Bambini, ragazzi e genitori insieme hanno guardato durante il lockdown gli stessi programmi, e continueremo su questa strada – prosegue -. Inoltreè emerso un bisogno di contemporaneità, i bambini vogliono sapere quello che succede. Diario di casa quindi ripartira dalla settimana prossima con Diario dalle vacanze, per insegnare ai bambini come fare le vacanze in sicurezza. Poiserie come Jams per i piu grandi in cui si è parlato di bullismoma anche del coronavirus, mentre l’ educazione continuera con sostengno alla didattica con il doposcuola in diretta de La banda dei fuoriclasse. Educazion e è anche educare alla diversità, alla parità, alla cittadinanza, alla lingua inglese e all’ecologia, per questo arrivera il Green meteo, meteo per ragazzi».

INTRATTENIMENTO. IL TRIO DE FILIPPI, MANNOIA, FERILLI CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Confermati i voltiu noti di Ri 1 da Carlo Conti ad Amadeus, a Flavio Insinna, da Mara Venier confermata la domenica sino al rientro di Antonella Clerici che condurrà un nuovo programma di cucina, E’ mezzogiorno, e The Voice over 60. Riappare anchde Paola Perego il sabato pomeriggio con un programma dedicato al rapporto fra nonni e nipoti. Per i grandi eventi si parte il 25 novembre con una serata evento su Rai 1 nella Giornata Internazionale contro la violenza alle donne. A condurre Siamo così un tris di donne: Maria De Filippi, che ha avuto un permesso da Mediaset, Sabrina Ferilli e Fiorella Mannoia. Arrivano poi i grandi show di Massimo Ranieri Oggi è un altro giorno, a novembre in prima serata su Rai 3, mentre Bepe Fiorello l’8 gennaio condurrà in prima serata l’evento“Penso che un sogno così, dove mette in parallelo la propria vita equlla di Domenico Modugno.

L’INFORMAZIONE. NUOVI TALK E IL LUNEDì ALLA MAGGIONI

La Rai poi, punta su una sempre maggiore offerta informativa, a partire dalla rete Ammiraglia quindi la mattina sarà affidata a Marco Frittella del Tg1 e Monica Giandotti dal Tg3, mentre Serena Bortone nel primissimo pomeriggio condurrà “Ogni giorno è un altro giorno”. Infine Alberto Matano sarà da solo alla guida de La vita in diretta. Porta a porta di Bruno Vespa resta con i suoi tre appuntamenti in seconda serata, mentre il lunedì arriva la nuova serialità con Monica Maggioni. Su Rai 3 il neo direttore Franco Di Mare, che riaccoglie sulla rete Fabio Fazio, confermando tutti i volti annuncia un nuovo prodotto approfondimento il venerdi in prima serata, “Titolo quinto”, sul tema della sanità. Su Rai 2 dal 17 settembre il direttore di rete Ludovico Di Meo annuncia il debutto del talk Seconda linea con Alessandro Giuli e Francesca Fagnani

DIVULGAZIONE. TORNANO ALBERTO E PIERO ANGELA

Per quanto riguarda la divulgazione la nuova struttura Rai Documentari diretta da Duilio Gianmaria fornirà nuove produzioni alle varie reti, mentre in autunno torna Alberto Angela con una nuova serie di Ulisse, un percorso storico e artistico girato in Italia, mentre Piero Angela continuerà a produrre i suoi speciali SuperQuark+ per la piattaforma Rai Play.

FICTION. LE BIOGRAFIE DI CHIARA LUBICH E LA SERIE DI BELLOCCHIO SU MORO

Capitolo ricchissimo quello delle fiction, ben 29 quelle in arrivo, eredità della direttrice di Rai Fiction Tinni Andreatta ora passata a Netflix. Fra le tante proposte, spiccano le biografie di Chiara Lubich, di Giacomo Campiotti con Cristiana Capotondi nei panni del presidente dell Movimento dei focolari e di Rita Levi Montalcini di Alberto Negrin intterpretata da Elena Sofia Ricci. La Ricci tornerà vestire i panni di suor Angela nella nuova serie Che Dio ci aiuti.

Questo è un uomo è una docufiction su Primo Levi interpretato da Thomas Trabacchi. Infine l’evento Rai dell’autunno, Natale in casa Cupiello, fiction ispirata alla omonima commedia di Eduardo e interpretata da Sergio Castellitto. In arrivo poi tre nuove serie polliziesche in autunno Io ti cercherò con Alessandro Gassmann, Gli orologi del diavolo con Beppe Fiorello e Vite in fuga con Anna Valle e Claudio Gioè, che sarà anche protagonista di Makari, un poliziesco con la regia di Micheòle Soavi.

Tante le novità anche per l’anno nuovo, dall’arrivo de Il commissario Ricciardi con Lino Guanciale e la regia di Alessandro D’Alatri tratta dai romandi di Maurizio De Giovanni ambientati negli anni ’30. In Mina Settembre Serena Rossi sarà una coraggiosa assistente sociale nel Rione Sanità di Napoli. Eventi speciali del 2021 la biografia internazionale Leonardo incarnato dall’attore statunitense Aidan Turner, ed Esterno notte, la serie di Marco Bellocchio dedicata al caso di Aldo Moro. Non mancherà infine il ritorno del Commissario Montalbano con i nuovi episodi con Luca Zingaretti: già confermato Il metodo Catanalotti. Infine su Rai 2 arriva la serie L’alligatore dai romanzi Di Massimo Carlotto.

SPORT. RAIDUE DIVENTA LA RETE OLIMPICA

Infine lo sport. Per Auro Bulbarelli, direttore Rai Sport, la prossima stagione sarà “incredibile”: da agosto 2020 a ad agosto 2021 ci saranno due Giri d’Italia, due Tour de France, le Olimpiadi di Tokyo su Rai 2 che sarà la rete olimpica oltre agli atp di Tennis di Torino dal 2021 al 2023.

da avvenire.it

Rispondi