Giugno Antoniano Reatino

Sale l’attesa per la Processione dei ceri. Ultimo ciclo di liturgie in San Francesco

A San Francesco ancora giorni di celebrazioni: per accompagnare l’attesa della giornata culminante del Giugno antoniano, la domenica del “trionfo” di sant’Antonio con la “processione dei ceri”

A San Francesco ancora giorni di celebrazioni: per accompagnare l’attesa della giornata culminante del Giugno antoniano, la domenica del “trionfo” di sant’Antonio con la “processione dei ceri”. Fino a sabato prosegue la carrellata di Messe quotidiane celebrate a ruota da sacerdoti diocesani e religiosi. Tra gli altri celebreranno il superiore generale dei Discepoli di don Minozzi, padre Savino D’Amelio, il parroco del Terminillo e responsabile dell’ufficio evangelizzazione, padre Mariano Pappalardo e il direttore dell’ufficio liturgico padre Ezio Casella nella giornata di giovedì. Venerdì al mattino i cappuccini padre Orazio Renzetti (parroco di Leonessa) e Carmine Ranieri (vicario episcopale per la vita consacrata), al pomeriggio l’ex cappellano della Pia Unione don Roberto D’Ammando. Sabato il direttore dell’archivio diocesano don Giovanni Maceroni e il parroco di Monte San Giovanni (responsabile della Pastorale sociale) don Valerio Shango, seguito alle 18.30 dal parroco di Vazia don Zdenek Kopriva. Domenica 30 le prime due Messe ve-dranno all’altare i padri conventuali Olivio Svanera e Mauro Gambetti, rispettivamente rettore della Basilica del Santo a Padova e custode del Sacro Convento di Assisi, per poi lasciar spazio alle 11.30 al pontificale del vescovo e quindi preparare la grande processione che in serata condurrà nelle vie cittadine l’effigie di sant’Antonio. Conclusione dei festeggiamenti, come di consueto, l’indomani, lunedì 1° luglio.

Rispondi