Rodolfo Gianani sulle «presunte affermazioni del Presidente della Regione Lazio»

«In merito a quanto riportato dalla stampa locale circa le presunte affermazioni del Presidente della Regione Lazio e Commissario ad Acta per il Piano di Rientro, riferendosi all’operato della Direzione della ASL di Rieti, in occasione della visita del 15 maggio alla struttura ospedaliera di Rieti, si osserva quanto di seguito.

Si ritiene che quanto riportato non possa corrispondere al pensiero del Presidente tenuto conto che i decreti commissariali n.113/2010 e 114/2010 indicano in maniera inequivoca che tutte le assunzioni, anche quelle per sostituzione di personale assente, sono soggette ad autorizzazione preventiva e formale da parte del Commissario.

Inoltre il Presidente è certamente a conoscenza che l’Azienda, dopo tante richieste singole, ha predisposto un documento indicante analiticamente il fabbisogno per il 2012 consegnato alle OO.SS., alle istituzioni del territorio ed ovviamente inviato in Regione in data 8/3/2012.

Il Presidente infine saprà certamente che pur con le difficoltà di fare di quel documento ulteriore sintesi la Direzione Aziendale ha rimesso in data 27/4/2012 alla Regione Lazio ridotte al numero di 57 le esigenze da fronteggiare entro il 1° giugno ed il 1° ottobre».

È quanto si legge in un comunicato firmato dal Direttore della ASL di Rieti Rodolfo Gianani.

Il comunicato originale è scaricabile dal link seguente:

[download id=”49″]

Rispondi