Fondazione Varrone

“Robe da matti” apre anche il venerdì, ma serve prenotare

Quasi 800 visitatori in 20 giorni per "Robe da Matti", e la mostra delle opere d’arte degli internati al Manicomio allestita a Palazzo Potenziani si prepara ad aprire al pubblico anche il venerdì pomeriggio, rimanendo così aperta per l’intero week end, sempre dalle ore 17 alle 19

Quasi 800 visitatori in 20 giorni per Robe da Matti, e la mostra delle opere d’arte degli internati al Manicomio allestita a Palazzo Potenziani si prepara ad aprire al pubblico anche il venerdì pomeriggio, rimanendo così aperta per l’intero week end, sempre dalle ore 17 alle 19.

Introdotta la prenotazione telematica, col sistema eventbrite al link https://www.eventbrite.it/e/registrazione-robe-da-matti-opere-darte-degli-internati-nel-manicomio-di-rieti-1960-80-126232967203. L’ingresso resta gratuito ma è necessario prenotare. Attivato anche un numero diretto per chiedere informazioni: 3315459885.

Sono le novità decise dalla Fondazione Varrone all’indomani dell’innalzamento delle misure di precauzione disposto dal governo con l’ultimo decreto, per garantire a ciascuno una fruizione della mostra sicura e prudente. In queste tre settimane di apertura, un pubblico assai eterogeneo ha accettato di mettersi in fila, in via dei Crispolti, aspettando il proprio turno: giovani e ragazzi che non avevano mai sentito parlare di manicomio, uomini e donne ormai maturi che al manicomio vi lavorarono, famiglie, compagni di scuola, insegnanti, medici, associazioni di volontariato. Sotto gli occhi di tutti i quadri e le vite di chi nel manicomio fu recluso per anni, e che la mostra curata dal dottor Manlio Paolocci riporta a galla come un vissuto cittadino a lungo disconosciuto o negato.

Tutto questo fa della mostra di Palazzo Potenziani qualcosa in più di una semplice esposizione di quadri e ricostruzione di ambienti. Si spiega così l’emozione nei visitatori e il passa parola scattato in città e sui social, a cui la Fondazione Varrone risponde ampliando le aperture.

 

Rispondi