Scomparse

Rieti saluta la signora Angelina, memoria storica della città

Si è spenta a 88 anni una memoria storica della città di Rieti, la signora Angela Grillo, per tutti Angelina

In uno dei momenti più cupi della storia italiana, è venuta a mancare all’età di 88 anni la reatina Angela Grillo, per tutti ”Angelina”. Una memoria reatina che si è spenta presso l’ospedale San Camillo de Lellis di Rieti, per patologie pregresse, pur non avendo contratto lo spietato Covid19, di cui molti anziani sono vittime.

Angelina fu tra quelli che hanno vissuto fin da bambini la tragica esperienza del secondo conflitto mondiale, e hanno combattuto anche questa battaglia per se stessi ma anche per gli altri. Una signora molto conosciuta nella frazione di Case San Benedetto, dove abitava dal 1955, nutrendo attaccamento a questo angolo di città spesso dimenticato, nonostante fosse originaria di Castel San Benedetto, il paese limitrofo.

Una memoria storica, immagine dell’Italia post -bellica, che iniziò a lavorare nei campi fin dalla tenera età di sei anni, vivendo poi l’esperienza industriale presso una delle fabbriche reatine più famose e produttive, la “Texas Instruments”.

La sua esperienza lavorativa si era contraddistinta da una grande utilizzo dei mezzi pubblici, molto ben voluta dai vari autisti e assidua frequentatrice della zona del capolinea di Piazza Cavour. Il terzo periodo della sua esistenza, forse il più bello, fu dedicato a fare prima la mamma e poi la nonna, il lavoro che gli è riuscito meglio crescendo sei stupendi nipoti, insegnando con i sui gesti la bellezza della vita.

Una persona, ricca di valori religiosi, che non mancava di mostrare attaccamento alla figura della Vergine Maria e in particolare verso quella di sant’Antonio, il santo più amato dai reatini.

Rispondi