Sport

Rieti Calcio, conferenza stampa prepartita Catanzaro – Rieti

Mister Chéu: «Stiamo lavorando per fare una squadra più competitiva, vi assicuriamo che faremo di tutto per salvare la categoria».

Le dichiarazioni di mister Chéu: «Questa è la situazione attuale. Abbiamo perso tre punti contro il Potenza, è vero è stata una sconfitta pesante, ma non dobbiamo pensare al risultato. Sono tre punti persi e si riparte. Noi lavoriamo sempre al massimo per cercare di vincere le partite, ma con il Potenza non è riuscito quello che avevamo provato e loro hanno concretizzato di più di noi le occasioni create. Pepe si è allenato poco, ma sta recuperando ed è possibile che ci sarà con il Catanzaro. Stiamo lavorando per fare una squadra più competitiva, attualmente la rosa è questa e lavoriamo con il materiale che abbiamo e dobbiamo crescere e migliorare con le forze a disposizione. Come avete visto due giocatori hanno rescisso il contratto e si sta provando ad aggiustare quello che per ora non va. Non si può tornare indietro bisogna guardare avanti. Per domani abbiamo qualche difficoltà sulla destra visto che Dabo è in nazionale e sicuramente cambierà qualcosa. Noi dobbiamo comunque avere la nostra idea, davanti avremo una squadra forte, ma possiamo sfruttare il loro punti negativi. Per ora mi preoccupa migliorare la fase difensiva, visto che nelle ultime partite sono arrivati i gol degli attaccanti. Il calcio è così, ci sono giornate positive e giornate negative, noi soffriamo e non troviamo continuità e sappiamo che è difficile andare a giocare contro una squadra molto esperta come il Catanzaro. La differenza in questa categoria è, per fare un esempio, mangiare al Mc Donald’s o in un ristorante di alta cucina. Molte squadre hanno speso cinque, sei volte più di noi. Il progetto del Rieti è quello di sfruttare al massimo le potenzialità dei nostri giovani che sono qui per iniziare la carriera. Il problema è che bisognerebbe parlare anche degli aspetti positivi, perché se questi giovani li attacchiamo sempre rischiamo di non ottenere buoni risultati dai ragazzi. Questa squadra è come una scuola, bisogna saper rimproverare gli errori, ma avere la pazienza di attendere i miglioramenti. Per ora siamo nella posizione di classifica che ci aspettavamo, l’obiettivo è la salvezza e siamo perfettamente in media punti. Questo è un campionato difficile, ma so che bisognerà salvarsi e a maggio confermeremo la categoria perché è quello che vogliono i tifosi e questa città. Noi scendiamo in campo con il nome Rieti e faremo di tutto per salvare la categoria, ve lo assicuro».

Rispondi