Teatro

Riccardo Mei è Leonardo da Vinci nel monologo in scena al Vespasiano

Al Vespasiano il monologo in forma scenica tratto dal romanzo storico «Le infinite ragioni, il manoscritto segreto di Leonardo da Vinci», interpretato dall’attore Riccardo Mei

In apertura dell’anno delle celebrazioni dei cinquecento anni dalla morte di Leonardo da Vinci, AlbeggiArtEvents propone, mercoledì 9 gennaio, presso il Teatro Flavio Vespasiano di Rieti, nell’ambito della manifestazione “Castelfranco di Rieti: Ultimo Baluardo”, promossa dal Comune di Rieti, un monologo in forma scenica tratto dal romanzo storico Le infinite ragioni, il manoscritto segreto di Leonardo da Vinci (Albeggi Edizioni), interpretato dall’attore Riccardo Mei. L’ingresso è libero.

Leonardo da Vinci trascorre gli ultimi anni della sua esistenza ospite di Francesco I di Valois, dove arrivò probabilmente nel 1516 e morì il 2 maggio 1519. È un Leonardo insolito, l’uomo al tramonto che sente la paura della morte e ancor più la frustrazione del suo isolamento; un uomo tormentato, fragile e debilitato, incline alla vanità, bisognoso di riconoscimenti altrui, ancora assetato di conoscenza e incantato dalla natura ma sempre più malinconico, colto da interrogativi maniacali, vessato da rimpianti e ricordi laceranti. Quando la considerazione del re e della corte scema e le sue condizioni di salute peggiorano, trova il coraggio di scavare più a fondo nel suo animo e svela nel suo diario, nel manoscritto segreto, il suo mistero.

Rispondi