Regione, Ricci: bando “Terre ai giovani” scommessa per lo sviluppo

«Al via, entro la fine di febbraio, il bando “Terre ai giovani” per assegnare 350 ettari di terre del patrimonio Arsial ai giovani agricoltori». Lo ha annunciato l’assessore all’agricoltura Sonia Ricci durante la conferenza stampa a cui hanno partecipato il Presidente della Giunta, Nicola Zingaretti e il commissario straordinario Arsial, Antonio Rosati.

«Con questo bando – ha sottolineato l’assessore Ricci – la Regione inizia un percorso di sperimentazione per dare ai giovani nuove opportunità di lavoro in agricoltura e per valorizzare l’agroalimentare del Lazio, un settore che nel 2013 ha dato segnali di crescita importanti (+10%)».

Il bando prevede la concessione in affitto di complessivi 320 ettari di terre di proprietà Arsial, site nelle province di Roma (Comuni di Roma, Cerveteri, Ladispoli, Magliano Romano, Nazzano) e di Viterbo (Montalto di Castro, Proceno, Tarquinia). A queste si aggiungono la disposizione di 150 mila euro per le start up e di 500 mila euro per la parte investimenti garantiti presso le banche dal patrimonio Arsial. La durata dell’affitto prevista è di 15 anni, rinnovabile di ulteriori 15 su richiesta del concessionario. Saranno privilegiati i giovani imprenditori agricoli (18-39 anni) ma possono manifestare il loro interesse anche imprenditori agricoli o coltivatori diretti, di qualsiasi età, con sede sociale in uno dei Comuni della Regione Lazio.

«Siamo consapevoli che imprenditori agricoli non si nasce – ha aggiunto l’assessore Ricci -. Per questo abbiamo costruito le condizioni in grado di accompagnare gli agricoltori sia dal punto di vista del credito che dell’assistenza tecnica. Il nostro auspicio è che le nuove generazioni, grazie alla loro capacità innovativa, possano incrementare la qualità delle produzioni e rendere più attiva anche la trasformazione industriale, sviluppando l’intera filiera nel territorio regionale».

Rispondi