Comune di Rieti

Recupero di Sant’Antonio Abate: la Soprintendenza stanzia 300mila euro

Grazie ad un finanziamento di 300.000 euro, la Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio per le province di Frosinone, Latina e Rieti darà il via ai lavori di verifica del rischio sismico, riduzione della vulnerabilità e restauro della struttura

Il 16 giugno si è proceduto alla consegna dei lavori propedeutici al restauro della Chiesa di Sant’Antonio Abate a Rieti. Grazie ad un finanziamento di 300.000 euro, la Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio per le province di Frosinone, Latina e Rieti darà il via ai lavori di verifica del rischio sismico, riduzione della vulnerabilità e restauro dell’importante struttura nel centro storico reatino.

Inizialmente i lavori propedeutici riguarderanno la sistemazione dell’ossario da parte dell’antropologa della Soprintendenza. Successivamente gli esperti delle facoltà di Ingegneria de La Sapienza di Roma analizzeranno le cripte per stabilire come procedere ai lavori di consolidamento del pavimento.

La chiesa di Sant’Antonio Abate e l’ospedale vecchio in queste settimane sono in corsa per l’iniziativa “I Luoghi del Cuore” del Fondo Ambiente Italiano. È possibile votare per questi luoghi sul sito del FAI all’indirizzo https://www.fondoambiente.it

Rispondi