Pronto al via lo studio medico della carità

Domenica 14 settembre, attorno alle 18:30, durante i festeggiamenti della Madonna Addolorata, il Vescovo di Rieti, mons. Delio Lucarelli, benedirà il piccolo studio medico della Carità e i Volontari (medici ed infermieri) che opereranno al suo interno.

«L’idea – spiega il diacono Nazzareno Iacopini – direttore dell’Ufficio diocesano per la Pastorale della Salute – è arrivata in chiusura di questo anno pastorale dedicato alla famiglia. Il vescovo ci ha chiesto di lasciare un segno concreto, che vada al di là delle parole. Così, grazie anche all’aiuto e la lungimiranza di mons. Luigi Bardotti, parroco di Santa Lucia, stiamo per avviare un piccolo “studio medico della carità”, dedicato a quanti si trovano nel bisogno».

Questa nuova iniziativa della diocesi è stata organizzata nei locali della parrocchia di Santa Lucia, nei pressi della chiesa di San Pietro Martire. «All’inizio – spiega Iacopini – erogherà servizi medici di base: piccole medicazioni, misura della pressione e cose simili. Ma speriamo di riuscire ad espandere l’offerta in tempi ragionevoli. Il servizio sarà completamente gratuito e funzionerà esclusivamente con il lavoro di volontari: operatori, medici, infermieri. Non vuole essere un’offerta sostitutiva o una contestazione della sanità pubblica o dei medici di base. È pensata come servizio rivolto ai poveri e a chi si trova in difficoltà da rendere per spirito cristiano, secondo il desiderio di mons. Lucarelli».

Dopo la benedizione degli spazi, l’inaugurazione vera e propria dello studio avverrà il 17 del mese.

Rispondi