Prende il via oggi l’Ottobre Francescano Reatino

Per tutta Italia patrono, per Rieti particolare “faro” spirituale la cui impronta segna l’identità specifica di questa terra. In onore di san Francesco d’Assisi, particolari celebrazioni in questa che è un po’ la sua seconda patria e quella in cui, come il vescovo Domenico ama sottolineare, emerge il Francesco più autentico. Se ne tornerà a parlare anche il 22 ottobre, con il ritorno in città della studiosa Chiara Frugoni per un’ulteriore puntata del suo approfondimento in merito al “Francesco di Rieti”, con uno sguardo particolare all’invenzione del primo presepe.

Un momento culturale, questo, in cui culminerà il programma dell’Ottobre francescano reatino. In evidenza, nell’apposita locandina diffusa in questi giorni, sono gli appuntamenti liturgici presieduti dal vescovo: il 2 a Poggio Bustone, il 3 a Fonte Colombo, il 4 a Rieti in San Francesco, l’8 a Greccio.

Scorrendo l’elenco completo delle iniziative che ruotano attorno alla festa del Poverello, si inizia a Poggio Bustone: al santuario francescano della rivelazione, dove è aperta fino al 15 ottobre la mostra del maestro Piero Casentini, lunedì 2, alle 21, mons Pompili presiederà la celebrazione eucaristica per chiedere il dono della pace, con accensione della “lampada della pace” da parte del sindaco del luogo (alla presenza dei sindaci dei dintorni); altra eucaristia il 3, vigilia del santo, alle 21.

Varie iniziative a Greccio: al santuario francescano del presepe, mercoledì mattina la messa, l’incontro per le scuole e l’esposizione dell’immagine del santo; giovedì e venerdì alle 21 incontro di riflessione e preghiera; sabato la fiaccolata dal paese al santuario con la celebrazione del transito; domenica 8 festa solenne, con la suggestiva fiaccolata pomeridiana nel bosco con la partecipazione dei sindaci della valle reatina, seguita alle 16.30 dalla messa solenne del vescovo.

Serate spirituali a Fonte Colombo: domenica 1 alle 21, al santuario della Regula francescana, liturgia della parola e lectio sugli scritti di san Francesco, domani sera “La Parola del silenzio” (ora di adorazione e preghiera per la pace); martedì 3, sempre alle 21, la celebrazione del Transito del santo presieduta dal vescovo.

A Rieti città, il giorno della festa, mercoledì 4, appuntamento liturgico comune, alle 18, nella chiesa di San Francesco con la solenne concelebrazione presieduta da mons Pompili e animata dalla corale diocesana.

Rispondi