Musica

Premio Poggio Bustone, ecco le finalissime

La serata finale del Premio Poggio Bustone ha scelto di spostarsi online per salvare la sedicesima edizione e far conoscere vincitori e finalisti

9 ottobre 2020: a partire dalle 2 avrà luogo l’attesissima serata finale del Premio Poggio Bustone (www.premiopoggiobustone.com) che, annullati gli appuntamenti reatini di fine estate e data la situazione contingente, ha scelto di spostarsi online per salvare la propria sedicesima edizione e far conoscere i propri vincitori e finalisti.

«Volevamo – ci spiega Maria Luisa Lafiandra – anche quest’anno regalare ai nostri artisti la visibilità che meritano e abbiamo pensato e trovato questa soluzione: creativa e sicuramente al passo con i tempi. E, al contempo, ricordare l’amico Detto Mariano».

Appuntamento quindi sui canali social del Premio per una diretta in live straming, per la regia di Marco Testoni, che sarà dedicata a raccontare gli artisti di questa edizione 2020 e a ricordare l’amico Detto Mariano, recentemente scomparso per Covid-19, già insignito dal Premio della targa alla Personalità Artistica, più volte Presidente di Giuria e giurato del Premio stesso, Cittadino Onorario di Poggio Bustone.

Protagonisti della serata saranno, a fianco alla Direttrice Artistica Maria Luisa Lafiandra e alla Presidente dell’Associazione Premio Poggio Bustone Gabriella Rinaldi, alcuni artisti preziosi che dal Premio sono passati: Amelie (Premio Poggio Bustone 2011), Serena Finatti ed Andrea Varnier (Premio Poggio Bustone 2013), Paolo Longhi (Premio Poggio Bustone 2017), Valentina Rossi, che del premio è stata negli anni finalista e dello stesso Marco Testoni (negli anni ospite, Presidente di giuria e più volte giurato). E naturalmente i tre finalisti: Luiza Constantin, Gianluca Lalli e Giulia Ventisette.

Questi i premi, quindi: il Premio alla Personalità Artistica, offerto grazie al prezioso supporto della Fondazione Varrone, una borsa di studio da investire in promozione; e il Premio alla miglior Cover per chi meglio sappia reinterpretare lo straordinario patrimonio di Battisti. “A questi riconoscimenti vogliamo quest’anno aggiungerne uno dedicato all’amico Detto Mariano – ci spiega ancora una volta Maria Luisa Lafiandra – e che andrà a premiare uno degli artisti che già hanno vinto negli anni scorsi e che abbia fatto della musica un vero e proprio percorso di vita: con la determinazione e il coraggio, la creatività e la pervicacia che era dell’amico Mariano.”

Ricordiamo che otto sono stati i semifinalisti: Stefano Accetta con Ascolta mi, Alessia Annesi con Alza la testa, Paolo Bianchi con Tutti i notturni, Luiza Constantin con Preziosa, Riccardo Di Salvo con L’amala vita, Gloria Galassi con Prima di andare, Gianluca Lalli con Libertà e Giulia Ventisette con Mio fratello. Ricordiamo che tutti i finalisti proporranno, oltre ad un inedito, una propria personale rilettura di un grande classico di Lucio Battisti.

La giuria era formata da: Luciano Torani (Presidente di Giuria, Ingegnere del Suono), Marco Testoni (compositore, musicista e music supervisor), Elena Friedrich (cantante), Emanuele Scarparo (Forward Studios), Emma Biscetti (artista, scrittrice).

Rispondi