Musica

Premio Poggio Bustone: ecco i vincitori

Si sono svolti con una diretta streaming i momenti finali del Premio Poggio Bustone

Un salotto fra amici, come platea il mondo del web: quello della musica, delle passioni, dei ricordi. Si sono svolte così il 9 ottobre alle 21 le finalissime del Premio Poggio Bustone (www.premiopoggiobustone.com) che ha decretato, in una calorosa diretta streaming, i vincitori di questa stranissima sedicesima edizione. A condurre la serata erano il direttore artistico Maria Luisa Lafiandra e la presidente dell’associazione Gabriella Rinaldi, con la regia – dietro le quinte – di Marco Testoni, nella tripla veste di regista musicista e giurato. Premio alla Personalità artistica e Miglior cover a Luiza Costantin con Preziosa, il brano inedito scritto da Antonio Catalano, e con la sua intensa rilettura di E penso a te di Battisti. Secondo classificato Gianluca Lalli con Libertà, terza Giulia Ventisette con Mio fratello. Il Premio al miglior classificato consiste in una contributo alla promozione offerto dalla Fondazione Varrone, prezioso partner in tutti questi anni.

Una targa speciale e straordinaria in ricordo dell’amico Detto Mariano (Premio alla Personalità Artistica, più volte Presidente di Giuria e giurato del Premio stesso, Cittadino Onorario di Poggio Bustone) recentemente scomparso è andato a Serena Finatti e Andrea Varnier (Premio Poggio Bustone 2013) per “aver saputo coniugare nella musica e nella vita passione, creatività e professione”.

Hanno partecipato alla diretta alcuni amici musicisti che hanno fatto parte della storia di questo festival: Paolo Longhi che ha presentato il video del brano che lo aveva visto al Premio, Attimi Immersi; Valentina Rossi con il video di Milonga de l’Aura dal suo progetto Le Valentine; Amelie con la sua recente Dentro una stanza. E anche Marco Testoni che ha presentato la sua personalissima versione di Endangered Species di Dianne Reeves, alla voce Sabrina Zunnui e alla danza Donatella Patino, un brano e un video che faranno parte dello spettacolo crossmediale Terrazze digitali (20 ottobre sui social).

Otto sono stati i semifinalisti: Stefano Accetta con Ascolta mi, Alessia Annesi con Alza la testa, Paolo Bianchi con Tutti i notturni, Luiza Constantin con Preziosa, Riccardo Di Salvo con L’amala vita, Gloria Galassi con Prima di andare, Gianluca Lalli con Libertà  e Giulia Ventisette con Mio fratello. Tutti i finalisti hanno proposto, oltre ad un inedito, una propria personale rilettura di un grande classico di Lucio Battisti.

La giuria era formata da: Luciano Torani (Presidente di Giuria, Ingegnere del Suono), Marco Testoni (compositore, musicista e music supervisor),  Elena Friedrich (cantante), Emanuele Scarparo (Forward Studios), Emma Biscetti (artista, scrittrice).

Rispondi