Preghiera e condivisione: la comunità ortodossa rumena di Rieti ha festeggiato il patrono

Domenica 24 settembre, la comunità ortodossa rumena reatina ha festeggiato il Protettore della Parrocchia, San Giuseppe il Nuovo di Partos, Vescovo di Timisoara. Un appuntamento che ha visto don Marco Tarquini, direttore del Centro Missionario Diocesano, portare i saluti del vescovo e condividere il momento di festa con la comunità.

«Ci siamo raccolti per pregare e onorare San Giuseppe il Nuovo di Partos – ha spiegato padre Constantin Holbane per condividere un momento insieme, in comunione gli uni con gli altri». Un passaggio molto importante per quanti si trovano a vivere lontani dal proprio paese, compiuto anche attraverso il gusto dei prodotti tipici rumeni condivisi a margine della liturgia.

Per la benedizione dei presenti sono state portate anche le sacre spoglie di San Giuseppe il Nuovo di Partos, frammenti delle spoglie di Santa Barbara, di Sant’Antonio il Grande e di Sant’Agostino, e una particella del legno della santa Croce.

Presente all’incontro di preghiera anche il sindaco Antonio Cicchetti, che ha ringraziato padre Constantin e la comunità rumena per l’invito e l’opportunità di conoscere un rito a lui ignoto: «Noi europei siamo tanti popoli, ma accomunati dalla fede cristiana, da una comune radice e da una comune storia» ha spiegato il primo cittadino. «So che siete una grande forza nella città di Rieti, una grande forza come lavoratori, come cittadini che si riconoscono in questo Stato», ha evidenziato il sindaco ringraziando la comunità per la collaborazione e il lavoro che svolge nella nostra città.

Per l’occasione, padre Constantin, quale rappresentante della comunità rumena, ha offerto al Primo cittadino, come ricordo del momento condiviso e come ringraziamento, un’icona che rappresenta nostro Signore Gesù Cristo. Dopo i ringraziamenti di rito, la comunità si è predisposta per un pranzo comune e di condivisione.

foto di Daniela Anghel

Rispondi