Ricorrenze

Pozzaglia celebra sant’Agostina Pietrantoni, “infermiera ieri oggi domani”

Domenica 13 settembre 2020 la festa in onore di santa Agostina Pietrantoni a Pozzaglia Sabina, paese che ha dato i natali alla patrona degli infermieri d’Italia

Domenica 13 settembre 2020 l’Associazione Fedeli di Santa Agostina Onlus organizza la festa in onore di santa Agostina Pietrantoni a Pozzaglia Sabina, paese che ha dato i natali alla patrona degli infermieri d’Italia.

La celebrazione eucaristica sarà presieduta dal vescovo delle Diocesi di Tivoli e Palestrina, monsignor Mauro Parmeggiani. Il programma della festa prevede la presenza di autorità istituzionali e di rappresentanti del mondo sanitario. La cerimonia si svolgerà in ottemperanza alle disposizioni per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Si inizierà alle 9.30 con il saluto alle autorità presenti, una presentazione sulla storia della santa, la deposizione di una corona alla statua presente nella piazza per poi proseguire alle 11 con la Santa Messa.

Durante la mattinata e per l’intera giornata si potrà visitare la casa natale e il museo li allestito oltre che raggiungere i luoghi più significativi della vita di sant’Agostina.

Agostina Pietrantoni (al secolo Livia) morì non ancora trentenne pugnalata da un suo assistito nell’Ospedale di Santo Spirito in Roma. Era il 13 novembre del 1894: Giuseppe Romanelli, uno dei malati più violenti, l’aveva minacciata più volte ma lei aveva continuato ad aiutare sia lui che la madre cieca. Le cronache di allora riportano con stupore che ai suoi funerali ci fu una grandissima partecipazione di popolo, senza distinzione di classi sociali. Livia, nata a Pozzaglia Sabina nel 1864, a 22 anni entrò tra le Suore della carità di santa Giovanna Antida Thouret e dopo un periodo di formazione fu mandata nel celebre ospedale, detto il «ginnasio della carità cristiana». Proclamata Beata nel 1972 da papa Paolo VI, e canonizzata il 18 aprile del 1999 da papa Giovanni Paolo II in una piazza San Pietro gremita di pellegrini, nel 2003 è stata proclamata patrona degli Infermieri d’Italia.

Rispondi