Un ponte tra Leonessa e l’Europa: La Fenice incontra Gasbarra

Una valigia piena di idee, stimoli e speranze, il bagaglio con cui i ragazzi dell’associazione culturale La Fenice sono tornati da Bruxelles. Una ‘tre giorni’ a contatto con il Parlamento Europeo e con la città centro della vita dell’UE.

Padrone di casa, per l’occasione, Enrico Gasbarra, eurodeputato Pd, che ha aperto le porte delle istituzioni comunitarie ai ragazzi di Leonessa, territorio cui Gasbarra è legato, a doppio filo, da sempre.

“Noi in Europa”, con queste parole ha accolto La Fenice: non una semplice frase di benvenuto ma l’essenza stessa del viaggio. I ragazzi non hanno solo avuto la possibilità di capire dall’interno come si lavora a Bruxelles, “l’onorevole Gasbarra – spiegano – ci ha mostrato l’Europa delle risorse, ci ha ricordato che ognuno di noi è parte fondamentale del percorso europeo: un cammino comune, verso obiettivi condivisi, costruito a partire dalle esigenze del nostro territorio inserite in un pensiero internazionale che conduca a una crescita culturale, economica e sociale”.

Gasbarra, all’interno del Parlamento Europeo, partecipa alle commissioni ambiente – sanità, trasporti e turismo “ma – ha assicurato parlando con La Fenice – siamo qui per contribuire, con ogni mezzo, a rimettere in moto il nostro Paese, a permettergli di correre per il podio non lasciarlo sperare, come purtroppo è successo negli ultimi anni, solo di tagliare il traguardo”.

“L’Italia – ha concluso – deve riconquistare l’ammirazione e le possibilità che un Paese come il nostro merita”.

Sono diversi gli spunti che questa visita ha fornito alla Fenice, oltre a consentire ai ragazzi di respirare un’aria diversa, quella della speranza, del “si può fare”. L’incontro con l’europarlamentare PD e con i suoi collaboratori ha dato la possibilità di inquadrare in un più ampio discorso europeo le linee guida dell’attività dell’associazione. Il rapporto intergenerazionale, la difesa e il rilancio del territorio e della tradizione sono alcuni dei traguardi che l’associazione intende raggiungere, nei prossimi mesi, sfruttando le opportunità messe a disposizione da Bruxelles, grazie al supporto incondizionato offerto da Gasbarra, interlocutore privilegiato in Europa.

Il presidente Tania Coppari, a nome di tutti, ringrazia “Enrico, Barbara Maccioni e Francesco Cerasani per l’accoglienza calorosa e la disponibilità. Un grazie anche a Celeste Perilli che si è fatto carico dell’organizzazione del viaggio. Noi, da ieri, già siamo in movimento per mettere in pratica le idee nate durante questa breve ma intensa esperienza europea e siamo pronti ad accogliere la collaborazione di tutte quelle realtà che abbiano a cuore i nostri stessi obiettivi”.

Rispondi