Pinheiro ai catechisti su «Incontriamo Gesù»

L’obiettivo della catechesi? È incontrare Cristo. Sembra quasi banale, ma devono aver pensato che faccia bene ribadirlo, i vescovi che nella Cei siedono nella Commissione per l’annuncio e la catechesi, pubblicando il testo intitolato, appunto, Incontriamo Gesù. E un incontro è fatto di persone, di storie, di esperienze, di vissuto, non di dottrine che si “insegnano” o di idee che si “spiegano”. Su questo stanno riflettendo i catechisti della diocesi reatina, convocati nei primi due sabati di settembre a confrontarsi su quelli che sono i nuovi orientamenti della Chiesa italiana contenuti nel testo suddetto.

A presentarlo, nel primo appuntamento, l’incaricato regionale del settore, don Jourdan Pinheiro, invitato dal responsabile diocesano don Marco Tarquini e dai suoi collaboratori dell’Ufficio catechistico a illustrare il documento che i vescovi italiani hanno approvato nella loro assemblea generale di maggio. Il nuovo testo non è la sostituzione aggiornata del Documento base su Il rinnovamento della catechesi che dagli anni Settanta costituisce la pietra miliare dell’attività catechetica della Chiesa italiana, ma una sintesi dei punti di riferimento che, sulla base di quei fondamenti che restano perfettamente validi, devono oggi ispirare l’azione pastorale in un contesto in continuo mutamento. Incontriamo Gesù è frutto di una consultazione che ha riguardato esperti e operatori in tutt’Italia, ha spiegato don Pinheiro, che ha brevemente ripercorso la storia della pastorale catechetica per poi scorrere i contenuti del documento.

[download id=”540″]

Rispondi