Per monsignor Delio Lucarelli 16 anni di ministero

Mons. Delio Lucarelli

Un invito a cercare Cristo e a farsi illuminare da lui, quello rivolto dal vescovo Lucarelli nell’omelia tenuta domenica scorsa in Duomo. Celebrando il pontificale dell’Epifania, monsignor Delio ha sottolineato il senso di tale festa come esortazione a “manifestare” Cristo a tutti, a farlo conoscere, a diventare strumenti della sua luce e della sua salvezza. Il presule ha richiamato anche la celebrazione svolta al mattino dal Papa in San Pietro, arricchita dall’ordinazione di nuovi vescovi da parte di Benedetto XVI (tra loro, il suo segretario personale monsignor Gänswein).

Una prassi, quella delle ordinazioni episcopali il 6 gennaio, che è stata consueta per anni, e nella quale lui stesso, monsignor Delio, si era imbattuto, come ha voluto ricordare: «Sedici anni fa, tra quei sacerdoti che venivano ordinati vescovi c’ero anche io. Son passati sedici anni, siamo cresciuti tutti in età, speriamo anche in grazia e nelle opere di bene. Datemi una mano per continuare il mio servizio di vescovo in questo luogo in cui mi sono sentito amato, benvoluto, accolto con tutti i difetti che mi porto dietro… Voglia il Signore sostenere il cammino che facciamo insieme a vantaggio dell’annuncio del Vangelo che il vescovo, con i suoi sacerdoti, diaconi e laici impegnati, propone al mondo per dire: camminiamo sulla strada che porta al Signore!». È l’augurio che, da queste colonne, rinnoviamo per il nostro pastore.

[download id=”248″]

Rispondi