Pastorale Sanitaria in visita alla tomba di Pietro

Il prossimo 25 maggio è stato proclamato Giornata della Pastorale Sanitaria nell’anno della Fede nella Regione Lazio. Lo scopo è quello di una nuova evangelizzazione nel mondo della Salute.

Ne parliamo con il diacono Nazzareno Iacopini, direttore dell’Ufficio per la Pastorale Sanitaria della Diocesi di Rieti.

Direttore, qual è il senso dell’iniziativa?

Questa giornata particolare è stata indetta per le persone malate, ricoverate nelle Rsa, nelle case di cura e di riposo o nei Centri di riabilitazione. Ma non solo: l’invito è aperto ai sacerdoti, ai cappellani, ai diaconi, alle suore e a tutti gli altri religiosi impegnati nel settore della salute, ed è esteso anche ai medici, agli infermieri e a tutto il personale delle professioni sanitarie. Possono venire anche i Ministri Straordinari della Comunione, i volontari di tutte le associazioni che si prendono cura, per qualsiasi motivo e in qualsiasi modo, delle persone colpite dalla sofferenza e dalla malattia, e ovviamente anche le famiglie che hanno un congiunto ferito dalla malattia. In poche parole la giornata è aperta a tutti coloro che in qualche modo ruotano attorno al mondo della Salute.

Ma non sarà difficile portare i malati più gravi a Roma?

Beh, l’organizzazione, fatta su base regionale, ha previsto ogni agevolazione per consentire anche ai più deboli questo straordinario momento di comunione con la Chiesa universale. L’aver coinvolto il personale sanitario e associazioni come l’Unitalsi aiuta, è una garanzia in più per il benessere dei nostri malati. Non c’è da spaventarsi: la giornata, in fondo, può diventare testimonianza di come con un piccolo sforzo collettivo si riesca a fare il meglio per tutti, senza che nessuno rimanga indietro.

Quindi come ci si muoverà?

Con gli uffici pastorali del resto del Lazio abbiamo pianificato tutto al meglio. I partecipanti di tutte le Diocesi del Lazio potranno arrivare direttamente in Piazza San Pietro. Ci ritroveremo sotto l’obelisco ed entreremo in processione nella Basilica. La celebrazione eucaristica sarà presieduta dal Cardinale Vallini, Vicario di Sua Santità. Al termine della Messa, renderemo possibile l’accesso alla Tomba di Pietro per i partecipanti della Diocesi di Rieti, creando una corsia preferenziale per i fratelli e le sorelle in carrozzina. L’intero pellegrinaggio sarà guidato dal nostro Vescovo Delio Lucarelli.

Cosa si deve fare per partecipare alla giornata?

Tutti gli interessati dovranno comunicare all’Ufficio per la Pastorale Sanitaria le iscrizioni compilando il modulo ed inviandolo all’indirizzo e-mail nazzarenoiacopini@hotmail.it o al numero fax 0746 200228 entro il giorno martedì 30 aprile. Tutti i dettagli sono sul sito dell’Ufficio. Speriamo che i parroci diano visibilità a questa iniziativa irripetibile nell’Anno della Fede a tutti i parrocchiani ma, in modo particolare, ai ministri straordinari della comunione che sono parte integrante della Pastorale Sanitaria e sono in contatto con le persone malate, anziane e sole.

Rispondi