Papa Francesco: la preghiera alla radice della pace

Il suono della campana “Maria Dolens” di Rovereto, in Trentino, realizzata in onore dei caduti di tutte le guerre e benedetta dal beato Paolo VI nel 1965, ha concluso la preghiera dell’Angelus di Papa Francesco nel primo giorno del 2015, e 48esima Giornata mondiale della pace, con l’auspicio “che mai più vi siano guerre, ma sempre desiderio e impegno di pace e di fraternità tra i popoli”. Alla radice della pace c’è la preghiera, ha sottolineato il Papa, implorandone il dono divino e ricordando il tema della Giornata Mondiale della Pace “Non più schiavi, ma fratelli”. Un messaggio che ci coinvolge tutti. Tutti siamo chiamati a combattere ogni forma di schiavitù e a costruire fraternità.

Rispondi