Ospedale di Magliano: cade l’ipotesi cinese?

Il Vice Presidente della Commissione Sanità della Regione Lazio Lidia Nobili ha preso posizione rispetto allo «sviluppo di una struttura di medicina integrata di alta qualità presso il Marzio Marini di Magliano».

La Nobili fa sapere che «l’ipotesi su cui l’attuale direzione generale della Asl di Rieti sta lavorando con il Governo cinese, al momento non risulta tra le priorità in agenda dell’Assessorato alla Sanità regionale, benché meno della presidente della Regione Lazio Renata Polverini e del Sub Commissario alla Sanità Giuseppe Antonio Spata».

«Sul presidio sabino − prosegue la Vice Presidente della Commissione Sanità  − sia la Polverini che Spata si sono espressi ponendo, tra le priorità in essere, la gestione del Punto di primo intervento da parte di medici ospedalieri, il mantenimento e potenziamento della piastra ambulatoriale e di alcuni posti letto, anche per l’Osservazione breve integrata. Questo, per garantire i livelli essenziali di assistenza e una maggiore sicurezza alla popolazione residente. Inoltre, − conclude Lidia Nobili − alla luce di quanto più volte dichiarato dalla stessa presidente Polverini, per sviluppare una struttura di medicina integrata di alta qualità presso il Marini, risulta indispensabile il parere, favorevole, dell’amministrazione comunale di Magliano Sabina».

 

Rispondi