Npc Rieti: ingaggiato Stefano Spizzichini

È arrivata nelle ultime ore la firma che ufficializza il secondo colpo di mercato della Npc Rieti.

Stefano Spizzichini, il lungo romano in uscita dalla Fortitudo Bologna è stato ingaggiato dalla società di Cattani per andare a comporre il competitivo roster che affronterà la DNB nella stagione 2014-15.

Nato nel 1990, dopo le giovanili nel Basket Roma, Stefano va a giocare nella Sutor Montegranaro. Torna al Basket Roma nella stagione successiva per poi prendere il volo verso la A Silver (allora B1, poi DNA) con Lumezzane, Ozzano, Siena, due stagioni a Firenze (dove tra gli altri gioca insieme a Giampaoli) e la Fortitudo Bologna che Stefano commenta come: “esperienza formativa”.

Il giocatore romano, 203 centimetri, è un’ala forte che ama giocare fronte a canestro, dove la sua formazione giovanile da ala piccola viene fuori.

«Nelle giovanili e poi anche a Firenze giocavo da esterno – racconta Stefano – ricoprivo il ruolo del tre, ora gioco più sotto, da quattro, ma preferisco trovare soluzioni fronte a canestro piuttosto che spalle a canestro. Mi piace lavorare in palestra e mi impegno costantemente per accrescere il mio bagaglio tecnico».

Spizzichini ha nelle sue caratteristiche una grande atleticità ed un notevole dinamismo, ciononostante il suo peso specifico sotto le plance è di pura solidità. È un giocatore in grado di dare il suo apporto al gruppo anche in termini di punti, tanto che ha chiuso la scorsa regular season con 13 di media.

Stefano sei contento di venire a Rieti?

Sono molto contento e per più di un motivo: innanzitutto il fatto che coach Nunzi mi abbia tanto voluto mi infonde molta fiducia e la fiducia del proprio allenatore per un giocatore è un elemento fondamentale, poi perché Rieti è una piazza importante con un pubblico partecipe e non per ultimo perché il progetto del presidente Cattani è solido ed ambizioso. Ho preferito Rieti ad altri ingaggi in A Silver perché la Npc è una società seria e punta al futuro, mentre molte altre società cercano la mera sopravvivenza.

Che aspettative hai?

La mia aspettativa è quella di lottare per la conquista della A Silver, un obiettivo condiviso con la società che punta ad ottenere la promozione sul campo”.

Vuoi lanciare un messaggio ai tifosi?

Ho sentito dire che l’anno scorso la partecipazione del pubblico è stata intensa ed importante soprattutto sul finire della stagione. Sarebbe bello ritrovare tutti fin dall’inizio e partire da lì.

Rispondi