Scuola

«Nella comunità educante»: al Rosatelli un pomeriggio di riflessione su alternanza scuola-lavoro e territorio

Nell’aula magna dell’Itis “Celestino Rosatelli” un pomeriggio dedicato a riflettere su un’esperienza che non senza difficoltà viene portata avanti nelle scuole superiori

Si svolgerà il 24 gennaio il convegno dal titolo “Nella comunità educante… alternanza scuola-lavoro e territorio”, promosso dalla Uil Scuola di Rieti d’intesa con l’Irase (sigla che sta per Istituto per la ricerca accademica sociale ed educativa, l’ente di formazione – accreditato presso il Miur – del sindacato nazionale). Un pomeriggio dedicato a riflettere su un’esperienza che non senza difficoltà viene portata avanti nelle scuole superiori: appunto l’alternanza scuola-lavoro.

L’appuntamento, giovedì 24, è alle 15.30 nell’aula magna dell’Itis “Celestino Rosatelli” in viale Fassini. Dopo i saluti introduttivi dell’assessore comunale alla Cultura, Gianfranco Formichetti, e del segretario generale regionale Uil Scuola del Lazio, Saverio Pantuso, l’introduzione ai lavori è affidata alla preside Domenica Pedica, reatina che siede nella segreteria regionale del sindacato. Quindi una carrellata di esperienze delle scuole superiori di Rieti: parleranno i dirigenti scolastici del Magistrale “Elena Principessa di Napoli”, Geraldina Volpe, del Polo “Aldo Moro” di Passo Corese, Giovanni Luca Barbonetti, dell’omnicomprensivo di Borgorose, Francesco Giacomo Curti, nonché Daniela Mariantoni, alla guida dell’ospitante istituto “Rosatelli”, del quale parleranno anche alcuni studenti.

A seguire, un esponente del ministero dell’Istruzione, Fabrizio Proietti (della Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e valutazione del sistema nazionale), relazionerà sul tema “Dall’alternanza scuola-lavoro ai percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento”.

Per finire una tavola rotonda su “Alternanza e comunità: le prospettive”, moderata da Francesca Ricci (ufficio stampa Uil Scuola), vedrà intervenire il segretario generale Uil di Rieti Alberto Paolucci, il dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Giovanni Lorenzini, il presidente della Camera di Commercio Vincenzo Regnini, il presidente provinciale di Unindustria Alessandro Di Venanzio, il direttore di Confartigianato Maurizio Aluffi, il presidente di Federlazio Riccardo Bianchi. Le conclusioni sono affidate a Noemi Ranieri, che del settore scuola della Uil è segretario nazionale.

Rispondi