Nasce Riri-Box: innovativa esperienza multisensoriale di educazione ambientale in gemellaggio tra Pinerolo e Rieti

É stato presentato al Salone dei Cavalieri di Pinerolo il nuovissimo Riri-Box, una struttura mobile dove vivere un’esperienza multisensoriale tra le più avanzate a livello nazionale in tema di educazione ambientale e sensibilizzazione alla raccolta differenziata.

É stato presentato al Salone dei Cavalieri di Pinerolo il nuovissimo Riri-Box, una struttura mobile dove vivere un’esperienza multisensoriale tra le più avanzate a livello nazionale in tema di educazione ambientale e sensibilizzazione alla raccolta differenziata. L’iniziativa si inserisce nel progetto di gemellaggio tra Pinerolese e Reatino, che è stato finanziato con le risorse dall’Accordo Quadro Anci-Conai per favorire lo scambio di buone pratiche fra territori. Il progetto vede tra i partner Acea Pinerolese Industriale S.p.A., Consorzio Acea Pinerolese, Provincia di Rieti, Ancitel Energia e Ambiente SpA.

L’esperienza parte dal modello del Ribox sviluppato da Acea Pinerolese con finalità educative, che ora diventa RIRI per rinnovarsi e sottolineare il passaggio importante da Rifiuti a Risorse. RIRI è anche il nome della mascotte che accompagnerà in tutto il percorso.

Al suo interno i visitatori potranno vivere una vera e propria esperienza di vita quotidiana, un viaggio virtuoso alla scoperta dell’economia circolare, che parte dal rifiuto e dalla molteplicità e quantità di prodotti utilizzati quotidianamente e termina con il loro riciclo e trasformazione in risorse. Il RIRIBOX dispone di una comoda postazione info point che consente di ottenere risposte alle più immediate domande sulla raccolta.

Una struttura itinerante che rappresenta un modello di innovazione tecnologica al servizio dei cittadini: un luogo interattivo e multimediale che attraverso un percorso ludico consente di scoprire come fare bene la differenziata.

Riri-Box è una struttura itinerante in grado di arrivare vicino alle comunità e ai cittadini per educare famiglie, classi, bambini e adulti a produrre meno rifiuti e a differenziarli per trasformarli in risorse. Attraverso giochi a tema multisensoriali, realizzati con tecnologie innovative si può seguire un coinvolgente percorso alla scoperta dei rifiuti. All’interno del RIRI-BOX è possibile provare per la prima volta applicazioni virtuali che interagiscono con il mondo reale attraverso superfici tattili e oggetti che interagiscono con il visitatore, parlano, si illuminano e attivano situazioni di vita quotidiana nella realtà virtuale.

Riri-Box propone:

Giochi interattivi e multimediali su pareti attrezzate
Un viaggio virtuale nel mondo del riciclo
Un punto informativo per rispondere alle domande
Uno spazio per comunicare con immagini e testi
Laboratori di manualità creativa con materiali di recupero
Una mascotte Virtuale RIRI che anima e accompagna la visita

Riri-Box sarà presente nella piazze, in occasione di importanti manifestazioni del territorio, a partire dal 14 maggio: un tour di 20 tappe per avvicinarsi ai Cittadini, che partirà dal Pinerolese e, da ottobre, si trasferirà nel Reatino.

Il progetto di gemellaggio in cui si inserisce il RIRI-BOX è iniziato lo scorso autunno, con l’analisi delle esigenze dei differenti territori e lo scambio di esperienze tra i partner. L’info-container è il principale strumento attraverso il quale verranno coinvolti gli stakeholder e divulgate le buone pratiche. Verranno, inoltre, organizzati seminari di formazione tecnica per gli addetti ai lavori. Il primo si svolgerà domani presso il Polo Ecologico di Acea Pinerolese.

“La struttura del RIRI-BOX mette a disposizione del cittadino, di adulti e bambini di ogni età, una possibilità” – afferma l’Ing. Francesco Carcioffo AD di Acea Pinerolese Industriale S.p.A. – “unica e tra le più moderne, tecnologiche ed efficaci che consentiranno di rendere semplice, divertente e facilmente memorizzabile il “gioco” del differenziare i rifiuti. Questo percorso multisensoriale aiuterà a comprendere il ruolo che ciascuno di noi ha per preservare l’ambiente circostante e per produrre nuova ricchezza per tutti da ciò che fino a pochi anni fa’ era un semplice problema da rifiutare”.

“Circa un anno fa – spiega Luca Salvai, Sindaco della Città di Pinerolo e Presidente del Consorzio Acea Pinerolese – abbiamo gettato le fondamenta di questo ambizioso progetto, che porta due territori lontani, ma simili sotto molti aspetti, a dialogare e condividere le esperienze maturate, con la finalità di valorizzare le buone pratiche e trarne frutto per entrambe le comunità. Un gemellaggio pressoché unico nel suo genere, che si vuole proporre come esempio esportabile di dialogo e collaborazione. Come Sindaco della Città di Pinerolo, oltre che Presidente del Consorzio Acea Pinerolese, sono onorato di ospitare l’evento di inaugurazione del RIRI-BOX, che rappresenta il fil rouge del progetto: l’info-container seguirà, infatti, un tour di 20 tappe nei due territori, che parte oggi e terminerà ad inizio 2018”

“La Provincia di Rieti – continua Giuseppe Rinaldi, Presidente della Provincia di Rieti – in questi ultimi anni si è impegnata consistentemente per potenziare e diffondere la cultura e le pratiche della Raccolta differenziata nel Reatino. In quest’ottica ha creato una società pubblico privata, la Saprodir che raggruppa 43 Comuni, la Provincia e tre partner privati, che oggi dopo un anno di operatività si sta dimostrando una scommessa vincente. Accanto a ciò abbiamo supportato i Comuni e le aziende che gestiscono il ciclo dei rifiuti nella diffusione delle buone pratiche in tema educazione ambientale e la sensibilizzazione alla raccolta differenziata, cercando anche oltre ‘confine’ esperienze di eccellenza. Per noi il RIRI-BOX rappresenta una di queste eccellenze per questo abbiamo deciso di sposare con entusiasmo questo progetto che permetterà a due territori così distanti di dialogare su un tema così rilevante per il futuro dei nostri figli ”

“I rifiuti – spiega Filippo Bernocchi del Direttivo Nazionale di Anci – rappresentano l’elemento essenziale nel passaggio da un’economia lineare a un’economia circolare. Strumenti innovativi come RIRI-BOX possono contribuire ad accelerare il raggiungimento degli obiettivi di legge stabiliti dall’Unione Europea: entro il 2050, infatti, niente sarà più destinato allo scarto e ogni oggetto verrà progettato per essere riutilizzato e avviato al riciclo. Questo progetto unisce concretamente due territori lontani dal punto di vista geografico ma che hanno un obiettivo comune: aumentare le performance di avvio al riciclo e accrescere la sensibilità dei propri cittadini sull’importanza di queste tematiche”.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *