Eventi

“Musica per non dimenticare”, il 24 agosto a Borbona concerto congiunto delle Bande del cratere

La Fanfara Gruppo Alpini di Borbona sezione di Roma, ha voluto promuovere un concerto congiunto con le Bande Musicali del cratere dal titolo: “La musica per non dimenticare” che avrà luogo a Borbona il prossimo 24 agosto 2018 alle ore 18:30.

Dopo gli sfortunati eventi accaduti il 24 agosto di due anni fa nel centro Italia, la Regione Lazio ha emanato una delibera dove ha individuato, elencandoli, i quindici comuni del cratere: Accumoli, Amatrice, Antrodoco, Borbona, Borgo Velino, Cantalice, Castel Sant’Angelo, Cittaducale, Cittareale, Leonessa, Micigliano, Poggio Bustone, Posta, Rieti e Rivodutri.

La Fanfara Gruppo Alpini di Borbona sezione di Roma, ha voluto promuovere un concerto congiunto con le Bande Musicali del cratere dal titolo: “La musica per non dimenticare” che avrà luogo a Borbona il prossimo 24 agosto 2018 alle ore 18:30.

L’evento è patrocinato da Anbima, dal Comune di Borbona, dalla Regione Lazio e dalla Pro Loco di Borbona che ne curerà l’organizzazione e la logistica avendolo inserito nelle iniziative dell’estate borbontina.

La direzione artistica dell’evento è affidata al Maestro Elisabetta Rea, vice Maestro della Fanfara Gruppo Alpini di Borbona sezione di Roma, che si occuperà della promozione dell’iniziativa presso tutti i soggetti coinvolti.

L’intento è quello di “mettere sedute insieme” tutte le realtà bandistiche che sono presenti nei quindici Comuni del cratere sopra elencati; decidere un programma comune, indossare ognuno la propria divisa e, punto cruciale e molto importante far dirigere ad ogni Maestro della Banda partecipante il brano/i brani scelti nella fase organizzativa, che verranno eseguiti durante il concerto congiunto.

L’idea è quella di creare il presupposto affinché tutte le realtà bandistiche presenti nel cratere facciano musica insieme e abbiano l’opportunità di replicare negli anni successivi la stessa iniziativa.

Vi chiederete: quante e quali saranno le Bande del cratere partecipanti? Beh! Questa notizia sarà una sorpresa per chi ci sarà! Non si vogliono fare né nomi né numeri in questa fase lasciando un po’ di suspense che stimoli tutta la popolazione dei paesi vicini e lontani a partecipare.

Questo concerto infatti risulta essere unico nel suo genere, promosso e organizzato in una parte di Italia che ha bisogno dell’appoggio e dell’aiuto anche e soprattutto della musica. Fare musica insieme in territori colpiti da eventi così catastrofici vuol dire lanciare un messaggio positivo che faccia sentire queste popolazioni meno sole, meno abbandonate e più amate.

Elisabetta Rea

Rispondi