Musica

Musica elettroacustica, alla Libreria Moderna un ciclo di incontri per conoscere e approfondire

Proseguono presso la Libreria Moderna i “Dialoghi sulla musica elettroacustica” promossi dall’associazione culturale Sabina Elettroacustica

Proseguono presso la Libreria Moderna i “Dialoghi sulla musica elettroacustica” promossi dall’associazione culturale Sabina Elettroacustica. Esplorazioni del mondo di questo filone musicale attraverso l’ascolto di brani di celebri autori e la successiva loro analisi in termini di composizione e strutturazione.

Il genere seguendo le avanguardie del 900 si pone come combinazione di due grandi filoni, quali quello della musica concreta e quello della musica elettronica. Si sviluppa da queste basi negli anni 50’ grazie a influenti e grandissimi compositori come Karlheinz Stockhausen o Iannis Xenakis. In sintesi la musica elettroacustica non è che la manipolazione di un suono o se vogliamo una sorgente sonora (acustica) attraverso software specifici o strumenti elettronici o con l’aggiunta di suoni originati da questi ultimi.

Il primo dialogo del percorso è stato moderato dal professor Giorgio Nottoli, docente presso l’Università di Tor Vergata e affermato compositore, che ha introdotto alla musica elettroacustica come espressione sonora letta in chiave storico-scientifico. Interessante è stata la presentazione di una serie di app prodotte dall’azienda Apesoft in grado di fornire molteplici supporti ai compositori.

Gli incontri a seguire vedono come curatori il professor Danilo Santilli, che analizzerà la funzione del timbro nella musica del 900’, e la giovane compositrice reatina Claudia Rinaldi che affronterà il tema delle contaminazioni musicali.

Rispondi