Posta

“Mini Velino”, a Posta il gioco di ruolo per insegnare ai più piccoli la partecipazione civica

Chiusura in grande stile nella mattinata del 19 luglio per la manifestazione “Mini Velino”, che si è svolta dal 15 luglio al 19 luglio a Posta, presso la sede della Comunità Montana

Chiusura in grande stile nella mattinata del 19 luglio per la manifestazione “Mini Velino”, che si è svolta dal 15 luglio al 19 luglio a Posta, presso la sede della Comunità Montana. Il gioco di ruolo che si è tenuto in una vera città in miniatura ha visto la partecipazione di circa cinquanta ragazzi di età compresa tra i 7 e i 14 anni.

Sono state riprodotte in scala le più importanti strutture di una città moderna: i ragazzi hanno potuto sperimentare, giocando, i fondamenti di cittadinanza attiva. La manifestazione, promossa dalla Comunità Montana del Velino con il sostegno della Regione Lazio e il patrocinio dell’ASL Rieti ha visto la stretta collaborazione con il Consiglio Nazionale Forense, che si occupato della realizzazione di incontri formativi con i ragazzi e ha curato i rapporti con “Mini Bolzano”, manifestazione giunta alla 17^ edizione, che ha fornito competenze e suggerimenti; a curare le attività a Posta, l’avvocato Alessandra Tilli, referente territoriale del Consiglio Nazionale Forense per Mini Velino.

Presente in questi giorni, anche Laura Sedda di VKE Bolzano che ha visitato le strutture e fornito preziosi consigli. L’organizzazione logistica, iniziata nei mesi scorsi, è stata curata dalla équipe multidisciplinare del servizio socio psico educativo della Comunità Montana, gestito dalla Cooperativa Prossimità, coordinato da Simone Fierro e con il Servizio Civile Nazionale.

Stamattina i bambini hanno accolto genitori e nonni nella città dei ragazzi: Cristiano, il sindaco di Mini Velino ha ricevuto il presidente della Comunità Montana del Velino Luigi Rodriquez, il sindaco di Borbona Maria Antonietta di Gaspare e il vice sindaco di Posta Marcello Etrusco. Presente anche il sindaco di Villa Carcina (Brescia) Moris Cadei con i membri dell’Associazione Aiutiamo onlus che hanno fatto una donazione alla città dei bambini, l’avvocato Donato Di Campli (Commissione CNF progetti di educazione alla legalità) e Stefania Mariantoni, Coordinatrice dell’Ufficio di Piano del Distretto Socio Sanitario Rieti 5. I bambini hanno donato un quadro disegnato da loro, al presidente Rodriquez e dei vasi decorati ai rappresentanti istituzionali intervenuti.

In questi giorni sono stati attivi la banca, l’anagrafe, il giornalino, il bar, la biblioteca, l’ufficio di mediazione, il giardinorto, il laboratorio di arte ed artigianato, la radio, uno spazio dedicato agli animali e in consiglio comunale con sindaco, assessori e consiglieri.

Tutti i partecipanti si sono dati appuntamento al prossimo anno per quello che vuole diventare un appuntamento fisso della Comunità Montana del Velino.

Rispondi