Libri

Memoria e resilienza per i bambini e le bambine di Amatrice e del mondo

Dal trauma del terremoto nasce una canzone e il progetto di un audiolibro e di una serie di laboratori per le scuole: protagonista Zeus, un gatto magico che aiuta i bimbi a superare la paura

Un progetto che sta prendendo forma attraverso l’imminente uscita dell’audiolibro “Zeus il Gatto Magico” e con una serie di incontri rivolti agli alunni. A delineare meglio la nascita è Valentina Cavalletti, ideatrice del testo della canzone.

«L’idea prende vita da una vicenda personale: la notte del terremoto tutta la mia famiglia si trovava nella casa d’infanzia a Poggio Vitellino di Amatrice. Dopo momenti concitati in cui non avevo notizie a causa dell’interruzione delle linee telefoniche, ho finalmente scoperto che nessuno di loro era stato coinvolto. È stato comunque un evento tragico, che ha lasciato il segno soprattutto a livello psicologico».

Molte volte, però, anche dagli eventi drammatici possono nascere dei fiori di speranza.

«Io scrivo canzoni – continua Valentina – e come metodo di recupero del trauma ho scritto un testo che parte dal gatto di casa nostra, Zeus. Lui, salvato da Sommati un anno prima del sisma, è stato per noi fonte di grande conforto. Nella canzone, Zeus si trasforma in un gatto magico dalle diverse identità: dall’ingegnere al muratore fino a diventare geologo, per dimostrare ai bambini come reagire in maniera positiva anche a un evento così grave».

Dalla canzone, basata su un ritmo tradizionale, grazie all’associazione “Tutto un altro genere”, il patrocinio del Comune di Amatrice, del Municipi I Roma Centro e dal contributo di Chiesa di Rieti, il progetto si sviluppa in maniera strutturata e conta sulla realizzazione dell’audiolibro e di una serie di laboratori per le scuole.

L’intento è quello di realizzare un piattaforma delle resilienza, in cui i lavori dei ragazzini possano essere resi pubblici. I bambini ci daranno tante nuove idee per interfacciarci ai drammi della vita, in maniera giocosa. La canzone è quindi un volano per «affrontare positivamente un problema, un vero e proprio inno alla resilienza accessibile a tutti».

Un progetto che di certo non si esaurisce nelle scuole italiane, come dimostra la traduzione dell’audiolibro in lingue diverse. «Vorremmo che la canzone possa essere potenzialmente utile a tutto il mondo perché, in realtà, può essere trasformata all’infinito: i bambini possono adattarla a qualsiasi tipo di situazione. Oggi, per esempio, nella città di Venezia colpita dal maltempo, Zeus potrebbe essere un idrologo che risolve il problema dell’acqua alta a piazza San Marco».

Ecco quindi come una semplice idea, nata da un momento di difficoltà, si è poi trasformata in un’azione concreta volta a stimolare l’animo dei bambini con l’aiuto di un super gatto magico sempre pronto ad aiutare.

Rispondi