Volontariato

Melograni a scuola per la Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile

Seminare speranza con le piantine di melograno: l'iniziativa di sensibilizzazione nelle scuole e nel mondo dell'atletica dell'Alcli Giorgio e Silvia

A Rieti ha avuto un grande successo di partecipazione a Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile, promossa in Italia da Fiagop e in città dall’Alcli.

Dopo l’apertura delle celebrazioni sabato scorso con il convegno on-line “Riabilitazione No Limits – Ematologia e Oncologia pediatrica: Riabilitazione e sport nel cammino verso la guarigione”, il 14 e il 15 febbraio è stata organizzata in molte città italiane l’iniziativa ecologica e solidale “Diamo Radici alla speranza, piantiamo un melograno”. Inoltre, fino al 28 febbraio presso i centri trasfusionali si svolgerà l’iniziativa “Ti voglio una sacca di bene”. Tutte le informazioni su www.giornatamondialecancroinfantile.it.

«Nonostante la pandemia abbiamo seminato speranza con le piantine di melograno – sottolinea la Presidente dell’Alcli, Santina Proietti – il Consiglio direttivo ringrazia le scuole che ancora una volta hanno dimostrato sensibilità e solidarietà, grazie a dirigenti ed insegnanti motivati e sempre in prima linea e grazie ai bambini che hanno compreso il senso della giornata dedicata a compagni e compagne malate in attesa delle cure più efficaci».

Hanno aderito alla messa a dimora del melograno le classi IV e V degli Istituti comprensivi Cirese, Villa Reatina, Vazia, Piazza Tevere, Minervini e Marconi.

Inoltre nell’ edizione 2021 è stato posto al centro del programma internazionale lo sport, come mezzo per affrontare la malattia oncologica e come concreto supporto anche nella riabilitazione post terapia e l’Alcli ha messo a dimora un melograno anche nello stadio di Atletica Raul Guidobaldi.

Gli atleti della Studentesca Andrea Milardi, guidati da Albero Milardi, hanno piantato la piantina di melograno nel verde dello Stadio. «Proprio nel luogo dove sono stati raggiunti molti record mondiali, speriamo di raggiungere anche noi l’obiettivo grande che è quello di cure sempre più mirate ed innovative per i bambini malati – ha commentato Santina Proietti – si dice che nella lotta al cancro, tutti insieme possiamo essere “parte della cura”».

Rispondi