Meeting dei Giovani 2020

Meeting dei Giovani 2020, si parte!

Un centinaio, fra giovani e un po’ di adulti, gli iscritti alla quinta edizione del Meeting dei giovani che anche quest’anno la diocesi di Rieti, su impulso del vescovo Domenico, ha voluto organizzare durante le feste natalizie

Al Leo Hotel di Leonessa David, Albina e Luca sono indaffaratissimi nell’accogliere i partecipanti al “Me We” 2020.

Un centinaio, fra giovani e un po’ di adulti (animatori, preti e suore), gli iscritti alla quinta edizione del Meeting dei giovani che anche quest’anno la diocesi di Rieti, su impulso del vescovo Domenico Pompili, ha voluto organizzare durante le feste natalizie e che per la terza volta si svolge nell’altopiano patria di san Giuseppe cappuccino. I giovani che hanno accolto l’invito della Pastorale giovanile diocesana arrivano da diverse parrocchie e realtà della Chiesa reatina, ma anche da fuori: Ascoli Piceno, Carsoli, Roma, Terni, Pescara, e c’è pure chi viene dalla Toscana (Prato), dalla Calabria (Cosenza), dalla Puglia (diocesi di Manfredonia).

Al palasport leonessano tutto è pronto per avviare il meeting che tra venerdì e domenica si incentra sul tema della festa, in sintonia con il cammino pastorale diocesano che – sulla scorta della Lettera pastorale di monsignor Pompili “La domenica andando alla Messa – insiste sul valore del tempo “liberato” che è quello festivo.

E proprio il rapporto tra i giovani e il tempo è la prima riflessione che viene proposta nel pomeriggio di avvio dei lavori, ospiti lo scrittore Eraldo Raffinati e la pedagogista Alessandra Bialetti. Ritorno in terra reatina per la terza volta negli ultimi mesi per il docente romano che, dopo le esperienze di insegnamento alla “Città dei ragazzi” di monsignor Abbing, nel 2008 ha dato vita l docente-scrittore che ha dato vita insieme a sua moglie all’esperienza della “Penny Wirton”, scuola gratuita di italiano per immigrati che da Roma si è replicata con diverse sedi in varie parti d’Italia. Autore di diversi libri, Affinati collabora con Avvenire e Repubblica ed è autore di diverse trasmissioni per l’emittente cattolica Tv 2000.

Romana è pure Alessandra Bialetti, specializzata in pedagogia sociale e consulenza familiare, con diverse esperienze nella formazione dei giovani e di chi con loro opera. «Crede fortemente nelle relazioni interpersonali, nell’ascolto attivo e profondo dell’essere umano animata dalla certezza che in ognuno vi siano tutte le risorse per arrivare alla propria realizzazione e che l’accoglienza della persona e del suo percorso di vita sia la strada per costruire relazioni significative, inclusive e non.

Rispondi