Media vaticani: mons. Ruiz (Segreteria comunicazione), “il nuovo portale non sarà ‘molti-media’ ma ‘multi-media’”

“Non sarà un portale ‘molti-media’ ma ‘multi-media’, dove intrinsecamente l’informazione si genera multimedialmente”

Così monsignor Lucio Adrian Ruiz, segretario della Segreteria per la comunicazione (Spc) della Santa Sede, spiega come sarà il nuovo portale internet del Vaticano in una videointervista diffusa su www.passaggimag.it nella rubrica PuntoVa. Ruiz parla del nuovo portale – di cui non è ancora stato individuato il nome – come la “punta dell’iceberg” della riforma dei media della Santa Sede. Per questo, afferma, “il nuovo portale è la fine del processo di una nuova strategia comunicativa”. Due gli assi che lo caratterizzeranno: il primo è “che sia essenzialmente multimediale, perché la ricchezza di asset che ha il Vaticano – video, audio, internet – devono convergere per poter offrire un prodotto migliore”; e poi – sottolinea Ruiz – si vuole che “sia molto facile per l’utente”. Ma se “siamo a buon punto nel ripensare a come fare un sistema comunicativo multimediale che possa arrivare multitecnologicamente agli estremi confini della terra”, per il segretario della Spc “ci vorrà ancora del tempo” perché il nuovo portale vada online. Ruiz sottolinea anche che “è nella produzione che si concepisce una maniera di comunicare nuova”. A riguardo, “la formazione è uno dei pilasti di tutto il processo di riforma – osserva il segretario della Spc – sia per i tecnici sia per i giornalisti, perché per utilizzare bene i nuovi strumenti bisogna conoscerli”.

Rispondi