Maltempo, i Pendolari a Cotral: onore al merito

Il 31 gennaio per tutti i pendolari del Lazio è stata una giornata difficile e faticosa, per alcuni addirittura drammatica.

Sin dalle primissime ore del mattino, sembrava il classico giorno di pioggia che avrebbe causato le solite difficoltà di traffico.

Pioggia torrenziale, un express soppresso alle ore 5 , l’express delle 5.30 che già all’altezza di Osteria Nuova presentava infiltrazioni d’acqua dal tetto.

Tutti rassegnati alla solita giornata difficile del pendolare medio.

Invece il peggio doveva ancora arrivare quando, alle prime luci del mattino, il panorama ha assunto scenari apocalittici.

Campi e strade allagate, traffico impazzito, allagamenti nei sottopassi e sulla sede stradale della Salaria, autostrada bloccata per il maltempo, oltre che per il solito tamponamento.

A questo punto la disperazione ha preso il sopravvento. Utenti arrabbiati per la lentezza delle corse , per il traffico congestionato, per la pioggia incessante.

Ci sono volute un paio d’ore per capire che la situazione andava repentinamente peggiorando.

A quel punto il tam tam sulla pagine facebook dei comitati pendolari del lazio ha iniziato a fornire aggiornamenti, resoconti di situazioni di estrema criticità, a riportare nei post gli aggiornamenti in tempo reale della situazione sia a bordo dei pullman Co.Tra.L sia sui treni in entrata a Roma.

Il Comitato Pendolari Reatini ha contribuito, attraverso una collaborazione continua con i propri iscritti e con gli utenti della sua pagina facebook, a fornire tutte le indicazioni e le notizie raccolte attraverso i vari aggiornamenti riportati da coloro che erano in viaggio tra la Sabina e Roma ed utilizzando anche gli aggiornamenti in tempo reale presenti sul sito Luce Verde Regione Lazio.

Attraverso questa reciproca attività di mutua assistenza, molti hanno potuto trovare alternative per il loro viaggio e dove non hanno potuto, sono tornati indietro rinunciando a viaggiare.

Per tutti coloro che invece erano già in viaggio e si sono trovati in difficoltà, l’aiuto è arrivato dal Co.Tra.L e da tutto il personale in servizio.

Non era facile organizzare un piano di emergenza visto che la sabina è stata letteralmente isolata dalla Provincia di Roma causa il maltempo. Invece il deposito Co.Tra.L di Rieti pur con le difficoltà del caso è riuscito nell’impresa.

Per questo il Comitato Pendolari Reatini desidera rivolgere il più sentito ringraziamento a tutto il personale Co.Tra.L di Rieti, a tutti coloro che si sono prodigati affinchè nessun utente rimanesse in strada senza avere possibilità alcuna di raggiungere la propria meta o rientrare a casa.

La professionalità messa in campo per far fronte all’emergenza, la disponibilità a collaborare da subito con il Direttivo del Comitato, per cercare di fornire notizie il più possibili certe ed utili per dare informativa all’utenza, sono da elogiare.

Mai abbiamo avuto dubbi o incertezze sugli interventi messi in atto dal deposito di Rieti.

Gli autisti si sono presi responsabilità enormi, soprattutto nelle primissime ore successive al nubifragio abbattutosi sulla Sabina, quando dal deposito ancora non si aveva la percezione di quanto sarebbe successo da li a poco.

Hanno provato ad arrivare a destinazione per poi desistere e tornare indietro dopo ore passate nel traffico bloccati.

I responsabili di esercizio del deposito di Rieti hanno garantito, seppur con grandi difficoltà e svariati problemi, il servizio da e verso Roma, coadiuvati in tutto questo dalla professionalità e dal senso di responsabilità di tutti gli autisti, i quali hanno guidato al limite delle ore di guida concesse dalla normativa di legge (4 ore e mezza giornaliere) con coppie di autisti che hanno guidato alternandosi pur di riportare indietro da Roma chi era giunto a destinazione la mattina.

E fornendo assistenza e indicazioni all’utenza che si trovava lungo il percorso in balia dell’incertezza e della mancanza di comunicazione di quanto stava accadendo.

È questo lo spirito di collaborazione che vorremmo instaurare con tutti i lavoratori del deposito Co.Tra.L di Rieti.

Cogliamo quindi l’occasione per rinnovare la nostra disponibilità per una piena collaborazione, convinti che questa sia l’unica strada percorribile per riportare il servizio di trasporto regionale su gomma su standard qualitativi accettabili.

Rispondi