Lutto tra i Maestri del Lavoro di Rieti

La  Federazione Provinciale dei Maestri del Lavoro di Rieti in questi ultimi giorni ha malauguratamente sofferto la perdita di due soci e carissimi amici: Giuseppe Beneventi e Marcello Rauco, colpiti entrambi da un inesorabile avverso destino.

Il primo, Giuseppe, nella conviviale effettuata dal sodalizio in occasione delle ultime festività natalizie, aveva ricevuto una medaglia in riconoscimento della lunga onorata appartenenza (dal 1993) all’associazione; si era trasferito dalla sua Reggio Emilia a Rieti e qui aveva lavorato presso la Intermotor (oggi Lombardini) fino a raggiungere la qualifica di Funzionario, aveva creato la sua famiglia e, soprattutto, si era inserito nella collettività offrendo la sua disinteressata disponibilità, qualità che ha sempre continuato a manifestare a dispetto dell’avanzare degli anni, rappresentando un esempio e un vanto per tutti noi.

Il secondo, Marcello, Ufficiale dei Bersaglieri in congedo, dopo una esemplare vita lavorativa che lo aveva portato a ricoprire il grado di Dirigente responsabile dei Servizi di Esattoria gestiti dalla Cassa di Risparmio di Rieti, dal 1998 era divenuto membro del Consolato reatino dove ha operato con encomiabile dedizione, contribuendo con la sua esperienza e professionalità alla vita dell’associazione in maniera significativa.

«Ora – scrivono dalla Federazione Provinciale dei Maestri del Lavoro di Rieti – al di fuori di ogni più bella parola di commiato, svanita la speranza di una augurata possibile ripresa, resta il vuoto subito, violentemente riempito dalla tristezza e dal rimpianto, e i bei ricordi dei tanti momenti passati insieme fanno sentire ancora di più tutta la nostra misera impotenza. Cari amici, Giuseppe e Marcello, a Voi un saluto e un grazie per quanto ci avete dato e ai Vostri cari un abbraccio con tanto affetto e la commossa partecipazione al loro dolore».

Rispondi