Lucia Novelli in mostra con ‘Memoirs of a wandering storyteller’

Il linguaggio dei colori; di quei colori che costituiscono l’armonia del cuore, suonando le corde delle emozioni; colori, quindi, che non sono soltanto e semplicemente la policromia del quotidiano, la scenografia del vivere, ma che sono molto di più; sono l’essenza stessa dell’io, sono le gocce del fluire esistenziale, sono il fiume che dall’anima sgorga nel delta della vita, dandogli respiro, occhi, profumo e forma. Insomma, sono: “ciò che esiste prima ancora dell’esistenza”.

Questa è Lucia Novelli, pescarese di nascita ma ‘vagabonda’ per vocazione, che attraverso il pennello fa vibrare la libertà, e incontra se stessa, in una onirica e meditativa sospensione con il reale. Questa è “Memoirs of a wandering storyteller”, la sua mostra personale che inaugurerà sabato 18 aprile 2015 – ore 17, nell’ambito de The BM project, la rassegna d’arte contemporanea del Blu Monde Atelier d’Arte e Oreficeria (via A.Vespucci 25) di Osteria Nuova di Poggio Moiano, curata in collaborazione con Studio 7.

In mostra una serie di opere in cui i colori plasmati dalla fantasia dell’artista, ovvero il suo alfabeto espressivo, raccontano “la voglia di vivere e la gioia”; sentimenti che la Novelli, con l’entusiasmo della verità, disvela avvalendosi della variopinta e meravigliosa creatività della natura, altra sua viscerale passione; una passione che, al contempo, è ragione e scelta di vita.

Rispondi