Televisione

“L’ora solare”, storie vere da Paola Saluzzi

Un format che va in onda su TV2000 lo fa da tre stagioni dal lunedì al venerdì alle 14, ma siccome il buongiorno si vede dal mattino, da qualche giorno il programma va in onda anche alle 6.20 con una replica adattata per l'occasione

In televisione si piange troppo e quasi sempre a sproposito, ma può succedere che una volta tanto intervistato e intervistatore si emozionino a ragione. Nel caso è probabile che gli occhi diventino lucidi anche a chi sta dall’altra parte del teleschermo perché assiste, finalmente, a una storia bella, autentica, commovente appunto, come quella di Carmine e Serena, padre e figlia, ospiti mercoledì scorso di Paola Saluzzi a L’ora solare su Tv2000.

Serena era lì in qualità di Cavaliere dell’ordine al merito della Repubblica italiana a soli 18 anni perché nonostante fosse in attesa di un trapianto di midollo ha voluto lasciare l’ospedale, contro il parere dei medici e la pandemia, per fare a tutti i costi l’esame di maturità in presenza rimediando pure un bel 100. Ma la cosa più commovente sono state le parole di Carmine a proposito dei tanti che hanno sostenuto la figlia fino al sospirato trapianto, ma soprattutto le parole indirizzate alla moglie.

«Voi vi amate proprio tanto – ha commentato la conduttrice – , nulla potrà farvi soccombere».

L’ha detto senza retorica. Chi ha visto la puntata lo sa. Chi non l’ha vista la può recuperare, insieme alle altre, sul sito di Tv2000. L’aspetto positivo di L’ora solare, anche in questa versione più staticamente salottiera causa Covid, è proprio quello di incontrare uomini e donne che fanno della vita una testimonianza di speranza e sanno costruire orizzonti di senso nei momenti difficili.

Del resto, come dice lo scrittore Nicola Brunialti (ospite di un’altra puntata), raccontare storie è il mestiere più bello del mondo. Probabilmente lo è anche per Paola Saluzzi, che le storie, condividendole e partecipandole, riesce a farle raccontare dalla viva voce dei protagonisti.

Con questo format lo fa da tre stagioni dal lunedì al venerdì alle 14.00, ma siccome il buondì si vede dal mattino, da qualche giorno il programma che la popolare giornalista firma con Dario Quarta, Sara Cacioppo, Francesca Mancini e la regia di Alessandro Tresa, va in onda anche alle 6.20 con una replica adattata per l’occasione.

da avvenire.it

Rispondi