Eventi

Leonessa tra speranza e programmazione

Con la medesima voglia di ritrovarsi come comunità, ma nel pieno rispetto delle prescrizioni vigenti, una rappresentanza del Palio del Velluto ha partecipato alla tradizionale Santa Messa in costume nella chiesa di San Pietro nel centro storico di Leonessa

Lunedì 29 giugno 2020 a Leonessa si è riaccesa la speranza. Con molta cautela, a seguito della sospensione del Palio del Velluto causata dalla pandemia, si è ricominciato a programmare piccoli e possibili eventi.

Sempre con la voglia di stare insieme, ma nel pieno rispetto delle prescrizioni vigenti, una rappresentanza del Palio del Velluto ha partecipato alla tradizionale Santa Messa in costume nella chiesa di San Pietro: un momento che ricorda come il palio nel Rinascimento si celebrasse in occasione dei festeggiamenti per i santi Pietro e Paolo.

Durante la celebrazione, alla quale ha partecipato anche il primo cittadino di Leonessa Gianluca Gizzi, sono stati presentati all’altare i doni simbolici da parte dei Sesti, ad esprimere legame con la tradizione, identità e attaccamento al territorio. Inoltre è stata lanciata la sfida da parte del Priore di Forcamelone (vincitore del Palio 2019) a tutti gli altri sesti per il prossimo Palio, programmato per il 2021.

La cerimonia è stata molto suggestiva e mai come in questo momento, in cui è ancora un po’ tutto sospeso, essere presenti mantenendo in essere un cerimoniale della tradizione , ha rappresentato un segnale di volontà e speranza per la comunità intera.

di Silvana Pasquali

Rispondi