La Valle del Primo Presepe

Le vetrine di Rieti del centro storico si impreziosiscono con presepi da tutto il mondo

Nell'ambito del progetto "La Valle del Primo Presepe", un accordo tra Confcommercio Rieti e Comune di Terni ha prodotto un ampio progetto, che ha visto la partecipazione di moltissimi esercenti dei negozi dei centri storici delle due città che hanno decorato le loro vetrine con presepi artigianali provenienti da tutto il mondo.

Tra le tante iniziative della Valle del Primo Presepe, quest’anno le collezioni del Museo di Greccio sono finite nelle vetrine di Rieti e nella sede espositiva di Terni.

Un accordo con Confcommercio Rieti e con il Comune di Terni ha prodotto un ampio progetto.

I commercianti di Rieti che hanno aderito hanno così decorato le loro vetrine con presepi artigianali provenienti da tutto il mondo, parte di una grande collezione di oltre 400 presepi provenienti da tutti gli angoli del pianeta che fa parte del patrimonio del Museo dei Presepi di Greccio.

Le Natività dal Mondo concesse dal Museo del Presepe di Greccio a Terni sono esposte invece presso la sede espositiva della manifestazione “Terninpresepe” curata dall’Associazione Tempus Vitae. Chi volesse vedere le Natività dal mondo si dovrà recare invece presso la sede del Museo Diocesano e Capitolare di Terni.

A Terni i Presepi esposti nelle vetrine sono parte dell’iniziativa “Presepinvetrina” della manifestazione “Terninpresepe”. Già dallo scorso anno si è dato vita a questa iniziativa frutto del lavoro dell’Associazione Tempus Vitae in collaborazione con Confcommercio Terni e con il patrocinio della Regione Umbria e del Comune di Terni.

La Valle del Primo Presepe esce così anche dai confini del reatino, per proporre le belle collezioni artistiche del Museo ad una platea sempre più vasta. La suggestione e la novità di poter proporre nelle proprie vetrine presepi così originali, provenienti dal Guatemala, dall’Honduras, dal Cile, dall’Ecuador, dall’Africa, dalla Cina, dalla Russia e da mote altre nazioni, ha fatto sì che una volta esauriti i presepi disponibili per questo primo esperimento, molti altri ne siano stati richiesti, a conferma dell’interesse di questa tradizione e della bontà del progetto proposto da Ascom Rieti e Comuni di Greccio e Rieti nel quadro della Valle del Primo Presepe.

Le zone più belle e commerciali delle due città diventano così una espansione della bella collezione che in gran parte è esposta nel Museo di Greccio. E i promotori, visto la buona accoglienza dei commercianti, pensano già a come espandere ancora l’iniziativa il prossimo anno, coinvolgendo altri quartieri o altre città vicine. Intanto, sotto la spinta delle numerose iniziative di quest’anno, il Museo dei Presepi di Greccio registra un a affluenza straordinaria , con punte di migliaia di visitatori nei giorni festivi.

Rispondi