Società

Le over 50 invecchiano con gatto e tisane, gli uomini con il viagra

È il ritratto di due diversi modi di invecchiare, maschile e femminile, cosi' come alcuni stereotipi sociali hanno ormai consacrato.

Se un uomo dopo i 50 anni ha un po’ di pancia, i segni sulla pelle e i capelli bianchi e’ piu’ maschio e sensuale e puo’ provare a cercarsi donne piu’ giovani, anche grazie all”aiutino blu’. Se una donna di 50 o 60 anni ha il desiderio di non passare da sola il resto della notte non le rimane che un libro, una tisana, la melatonina e se ha voglia di baciare qualcuno al massimo il gatto. E’ il ritratto di due diversi modi di invecchiare, maschile e femminile, cosi’ come alcuni stereotipi sociali hanno ormai consacrato.

Non so- si domanda Monica Nicola, del comitato Diredonne- se si possa dire che sia giusta la vita con le donne dopo i 50 anni. La grande verita’ e’ che gli uomini non vedono la vecchiaia quando arriva. Sembrano solo piu’ maturi e la societa’ in fin dei conti accetta che ragazze piu’ giovani abbiano accanto uomini molto piu’ grandi, perche’ sono ‘paterni’, protettivi e piu’ maturi. Ma se la stessa cosa accade con una donna il primo pensiero e’ quanti soldi abbia questa donna o quanto sia ridicola questa coppia. Nessuno si domanda quanto sia spettacolare lei.

Ed ecco che la psicoanalista ricorre anche ad esempi divertenti della vita di tutti i giorni. Quando una donna inizia ad avere capelli bianchi- continua nel suo articolo- deve tingersi. Se le sue gambe non sono elastiche come una volta, se il viso non e’ piu’quello di quando era ragazza deve ingoiare collagene, botox e assumere un tubo di crema per le parti intime per continuare ad avere una vita sessuale. Perche’- ricorda la psicoanalista nel suo articolo- ricordiamoci che la pillola per la libido femminile non c’e’ ancora.

Ma le cose stanno davvero cosi? Secondo Monica Nicola ad un certo punto anche l’uomo capisce che sta invecchiando. Il desiderio di una compagnia e’desiderio di stare insieme, condividere, pensare, ridere di una stessa barzelletta che con una donna di 30 anni di meno non e’ nemmeno tanto possibile. Cervello-scrive in conclusione la psicoanalista- e’ il cervello la soluzione. Ma in attesa di scovarlo da qualche parte possiamo dire che si, senza dubbio, per una donna e’ piu’ crudele invecchiare.

da Dire.it

Rispondi