Ricette

Le fettuccine alla trebulana

Le fettuccine alla trebulana sono un concentrato di sapori che dà vita a un piatto intriso di storia e porta nel suo nome il segno di un glorioso passato

Cari amici, abbiamo iniziato questa rubrica con un piatto conosciuto in tutto il mondo e che identifica Amatrice, oggi sofferente per le gravi ferite inferte dal terremoto dell’agosto 2016. È arrivato il momento di presentarvi un altro piatto speciale, meno conosciuto, ma non meno buono: le fettuccine alla trebulana, piatto tipico di Monteleone Sabino. Trebula Motuesca (l’antica Monteleone) è terra di tradizioni e non mancano quelle culinarie. La palma del più “regale” tra i piatti monteleonesi va assegnata senza dubbio a queste fettuccine, rigorosamente fatte a mano con il mattarello. Un concentrato di sapori che dà vita a un piatto intriso di storia e porta nel suo nome il segno di un glorioso passato. La presenza della pancetta potrebbe ricordare un’amatriciana e quella dei funghi potrebbe far pensare a una boscaiola. Ma diffidate dalle apparenze: le fettuccine alla trebulana sono un piatto inconfondibile, legato a un borgo adagiato a quasi 500 metri di altezza sulle propaggini meridionali dei Monti Sabini.

Ingredienti per 4 persone

  • olio (q. b.)
  • cipolla (circa mezza)
  • pomodoro (1/2 kg)
  • basilico (4/5 foglie)
  • sale (q. b.)
  • peperoncino
  • aglio
  • zucchine (3 o 4 possibilmente fresche e con il fiore)
  • piselli
  • funghi
  • pancetta affumicata
  • prosciutto stagionato

Preparazione

Attenzione: la ricetta deve essere eseguita in più tempi

Prima fase

  • Tritare la cipolla e metterla a rosolare nell’olio in una pentola antiaderente finché non diventa bionda
  • Aggiungere metà del pomodoro e condire con sale e pepe; cuocere per circa 1/2 ora
  • Aggiungere le foglie di basilico spezzettate a mano

Seconda fase

  • In un’altra pentola antiaderente: soffriggere la cipolla; aggiungere le zucchine tagliate a rondelle e cuocere

Terza fase

  • Al termine della cottura: unire tutti gli ingredienti e macinarli con il frullatore ad immersione e far riposare una notte

Il giorno dopo

  • In una pentola cuocere i piselli con cipolla, olio, sale pepe
  • in un’altra pentola cuocere i funghi con aglio, sale, pepe, olio
  • in un’altra pentola più capiente soffriggere nell’olio un trito di cipolla con pancetta affumicata e prosciutto stagionato, sfumare il tutto con vino bianco, aggiungere il restante pomodoro e far bollire.
  • Dopo un’ora circa aggiungere tutti gli altri ingredienti cotti separatamente e far insaporire per il tempo necessario.
  • Infine cuocere le fettuccine (fatte in casa) e condire il tutto con questo squisito sugo, aggiungendo una bella nevicata di parmigiano o pecorino.

La ricetta può risultare difficile nell’esecuzione, ma vi assicuro che è buonissima. Se assaggiate questo piatto tipico ve ne innamorerete. E se proprio non riuscite ogni anno a Monteleone c’è la Sagra delle fettuccine alla trebulana.
Buon appetito!

Rispondi