Camera di Commercio

Lavoro, in agosto previsti 480 contratti nel reatino

Sono 480 le entrate complessive previste nel mese di agosto nel reatino, di cui il 68% relative a lavoratori dipendenti, e nel periodo da agosto ad ottobre 2019 i contratti di lavoro che si stima verranno stipulati raggiungeranno quota 2.110

Sono 480 le entrate complessive previste nel mese di agosto nel reatino, di cui il 68% relative a lavoratori dipendenti, e nel periodo da agosto ad ottobre 2019 i contratti di lavoro che si stima verranno stipulati raggiungeranno quota 2.110.

Sono alcune delle informazioni contenute nel Bollettino mensile del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal, in collaborazione con le Camere di Commercio tra cui quella di Rieti, sulla base dei contratti di lavoro di durata superiore al mese che le imprese prevedono di attivare ad agosto. A livello nazionale, dei 250mila contratti di lavoro che le imprese dell’industria e dei servizi intendono stipulare nel mese di agosto, in aumento tendenziale del 7,9%, il 30% comporterà difficoltà di reperimento, e questa difficoltà nel trovare personale adeguato riguarda in egual misura anche il nostro territorio.

Tornando al Reatino, nel 29% dei casi le entrate previste saranno stabili, ossia con un contratto a tempo indeterminato o di apprendistato, mentre nel 71% saranno a termine (a tempo determinato o altri contratti con durata predefinita). I contratti di lavoro stipulati si concentreranno per il 79% nel settore dei servizi e per l’85% nelle imprese con meno di 50 dipendenti: l’11% sarà destinato a dirigenti, specialisti e tecnici, quota inferiore alla media nazionale (17%).

Per una quota pari al 31% le assunzioni interesseranno giovani con meno di 30 anni e solo l’11% delle entrate previste sarà destinato a personale laureato, mentre nel 31% dei casi viene richiesto il diploma di scuola media superiore, e nel 38% degli inserimenti è sono necessari la qualifica o il diploma professionale. Nel 21% dei casi è sufficiente la scuola dell’obbligo. Per una quota pari al 72% delle entrate viene richiesta una esperienza professionale specifica o nello stesso settore.

Le professioni più difficili da reperire in provincia nel mese sono gli operatori dell’assistenza sociale, in istituzioni o domiciliari (70 entrate previste di cui il 48,5% di difficile reperimento), cuochi, camerieri e altre professioni dei servizi turistici (90 entrate previste di cui il 26,1% di difficile reperimento), e personale non qualificato nei servizi di pulizia e in altri servizi alle persone (40 entrate previste di cui il 23,7% di difficile reperimento).

Anche le previsioni per l’intero trimestre agosto-ottobre presentano a livello nazionale uno scenario positivo, con una crescita rispetto all’analogo periodo del 2018 di 52,6mila attivazioni, quale risultante di circa 39,6mila contratti da attivare nel terziario e 13mila nell’industria.

Il bollettino mensile Excelsior Informa integrale è visionabile online su http://excelsior.unioncamere.net/. Il comunicato con la sintesi nazionale è disponibile a questo link: :http://www.unioncamere.gov.it/P42A4249C160S123/excelsior–in-agosto-previsti-250mila-contratti–ancora-in-crescita-la-difficolta-di-reperimento.htm

Rispondi