Lavoratori in crisi e disoccupati, Don Valerio: auguriamoci un anno migliore

Cari Amici,

innanzitutto, auguri di Buon Natale a ciascuno di voi e alle Istituzioni che voi rappresentate.

Vi estendo questi auguri anche a nome di S. E. Mons. Delio Lucarelli. Certo, non sarà un Natale come tre anni fa, cinque anni fa. C’è tanta sofferenza nelle nostre famiglie e lungo le vie della nostra città, nelle aziende…

Tutto ruota attorno al “lavoro” che non c’è, e alla disoccupazione dilagante di cui ci dobbiamo con coraggio occupare. Ma con il Natale, Dio si fa “solidale” con noi uomini. Dio, nella umiltà della sua incarnazione, intende indicare a tutti noi la strada vera verso la pace, la concordia… e vuole abbattere i muri di indifferenza, gli egoismi.

Tutti uniti saremo più forti nell’affrontare con serietà questa crisi del lavoro, nella sua drammaticità, e a superarla con risposte concrete, che devono dare stabilità a tutto il nostro territorio di Rieti, restituendo speranza e dignità alle nostre famiglie. È solo tutelando il lavoro (che non sia uno slogan vuoto), che la gente ritroverà la serenità e la pace.

Gesù ci porta l’amore di suo Padre, nostro Padre, a Natale… impariamo ad amare il nostro simile, specialmente i fratelli e sorelle più disagiati: oggi sono quanti stanno perdendo il lavoro e tutti i disoccupati, e le aziende in crisi.

Con questo spirito di fratellanza, ci incontreremmo presso la Sala Consiliare del Comune di Rieti per lo scambio degli auguri sabato 28 dicembre alle ore 12 circa.

A noi tutti, specialmente ai sindacati, il compito di invitare i lavoratori della ex Ritel, Solsonica, Schneider Electric… e di ogni realtà ove c’è qualche vertenza.

Ringrazio, a nome di tutti noi, il Sindaco Simone Petrangeli che ospita questo incontro come fu concordato dopo l’incontro con l’Ambasciatore Francese, S.E. Ing. Alain Le Roy.

Con un mio ricordo nella preghiera nella Santa Messa che celebrerò il 24 dicembre alle 23 di notte nella Chiesa Parrocchiale di Monte S. Giovanni in Sabina.

Auguri!

Rispondi