Eventi

La tradizionale fiaccolata di Collecollato: sempre più in alto superando limiti e barriere

Come di consueto, l’anno sociale della sezione di Leonessa del Club Alpino Italiano si è concluso con la tradizionale fiaccolata di fine anno, con l'ascensione a Collecollato, la celebrazione della Santa Messa di ringraziamento e la discesa a valle con le fiaccole

Come di consueto, l’anno sociale della sezione di Leonessa del Club Alpino Italiano si è concluso con la tradizionale fiaccolata di fine anno, con l’ascensione a Collecollato, la celebrazione della Santa Messa di ringraziamento e la discesa verso Leonessa con le fiaccole a segnarne il sentiero “corto”.

«Quando tutti siamo arrivati alla spianata del santuario montano, ci siamo contati: eravamo una settantina che, per il mese e l’allenamento che potrebbe risultare insufficiente per il periodo, è davvero un record di partecipanti», dicono i partecipanti.

Un’iniziativa nata da un’idea del compianto Giuseppe Bonanni, coltivata con passione dal CAI di Leonessa e alimentata anche dalla partecipazione della sezione di Monterotondo.

Sono state inoltre ricordate alcune persone che nel giro di poco tempo sono scomparse e che hanno segnato questo evento con l’organizzazione e la partecipazione: il presidente della sezione di Leonessa, Gigi Carbonetti, deceduto lo scorso 6 ottobre, l’amico di tutti Felice e dil professor Domenico Ettorre.

Durante la Santa Messa, il parroco di Leonessa frate Orazio Renzetti ha sottolineato tre aspetti che possono aiutarci a leggere bene l’evento di Collecollato: «La montagna ha il fascino di farti dimenticare alcuni strumenti che invece diventano indispensabili e a volte inutili nella vita quotidiana: la natura incontaminata e il silenzio che essa crea chiede un confronto e una verifica interiore della propria esistenza. Da ultimo è necessario imparare da questo sforzo che rappresenta un sacrificio, l’attitudine a voler superare le varie difficoltà che la vita ci pone davanti».

Al termine della celebrazione eucaristica è stata data la parola al nuovo presidente della sezione di Leonessa, dottor Massimo Pettinelli, eletto lo scorso 22 dicembre alla guida del numeroso gruppo CAI.

Emozionato per la circostanza, il presidente ha sentito il bisogno di ringraziare chi lo ha preceduto ed ha promesso di continuare sulla scia tracciata da anni di appuntamenti a corona e bellezza delle montagne appenniniche.

Di fianco al santuario, tutti hanno trovato ristoro e calore, grazie all’accoglienza preparata da Tonino Zelli, membro della confraternita “San Giuseppe e Suffragio”.

Al termine un bellissimo fumogeno color rosso ha illuminato la croce esterna ed ha salutato tutti i partecipanti che, con le fiaccole accese, hanno illuminato la notte della montagna ed hanno attirato tanti sguardi da Leonessa verso il crinale della montagna.

Tutti i partecipanti hanno concluso il loro percorso presso piazza 7 aprile dove è stata allestita la consueta “Polentata in corso”, tradizione del periodo natalizio.

Rispondi