Scuola

La scuola media di Antrodoco diventa Smart

Un'eccellente storia di alternanza a servizio di più di cento studenti di 26 scuole italiane seguiti dallo staff organizzativo della Biennale di Venezia per gli studenti dell'Alberghiero Costaggini di Rieti.

Al via all’Istituto Comprensivo “Luigi Mannetti” il progetto PON sulle nuove tecnologie ICT dedicato agli alunni della Secondaria di I Grado
Antrodoco – La Scuola Media di Antrodoco diventa SMART grazie al progetto PON  “Smart Future” autorizzato dal Miur e rivolto agli alunni della Scuola Secondaria di Primo Grado, dell’Istituto Comprensivo “Luigi Mannetti”.

L’iniziativa vede insieme, a supporto del suo sviluppo tra i ragazzi, il Dipartimento di Ingegneria Elettronica dell’Università di Roma “Tor Vergata”, in particolare del Corso di Studi di ICT and Internet Engineering con la collaborazione dell’associazione AFCEA, Capitolo di Roma, nello specifico impegnata nella promozione della carriera professionale delle donne nell’ambito delle discipline STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics).

Il progetto “Smart Future” ha l’obiettivo di rendere gli allievi più competenti in merito alle nuove tecnologie ICT (Information and Communication Technology), ossia le tecnologie che servono a rendere gli oggetti con cui interagiamo “intelligenti”. Quali sono le tecnologie oggi disponibili? Possono queste tecnologie rendere più energeticamente efficienti le nostre case, le nostre città? E quali sono le materie/competenze utili per arrivare un giorno a padroneggiare queste tecnologie e a usarle per la propria vita professionale? Queste sono alcune delle domande a cui il progetto intende fornire una risposta, attraverso corsi di avviamento all’utilizzo del computer, programmazione software, seminari
e laboratori interattivi.

Si intende così, accrescere negli allievi una maggiore conoscenza delle tecnologie disponibili oggi e nel prossimo futuro, oltre a mostrare loro come queste possano effettivamente avere un impatto nella soluzione di problemi quotidiani, come nel migliorare la qualità della vita e aprire nuove opportunità lavorative in questi territori. Inoltre, si vuole stimolare nei giovani studenti, curiosità e senso pratico, usufruendo anche delle discipline associate, per una formazione più consapevole e libera.

«Una valida opportunità viene offerta ai nostri ragazzi -commentano dall’Istituto Comprensivo “Luigi Mannetti”- quella di acquisire competenze sempre più importanti, sia per la carriera scolastica che per la vita professionale. Il progetto “Smart Future” si inserisce in un profondo processo di rinnovamento che -continuano – l’Istituto di Antrodoco ha intrapreso da qualche anno, e che l’ha portato ad attuare anche altri progetti, tra i quali il PON “Digito Ergo Disco”, per l’allestimento di laboratori digitali e il POR (Regione Lazio) per lo sviluppo di attività didattiche di laboratorio».

Rispondi