La Regione Lazio punta all’integrazione scolastica degli stranieri

Oltre 60 progetti, per un valore di 2,5 milioni di euro sono i numeri dei piani distrettuali immigrazione, approvati dall’Assessorato Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio. Per quanto riguarda la natura degli interventi particolare attenzione è rivolta all’integrazione scolastica degli alunni di cittadinanza straniera.

«Un’attenzione – come dichiarato dall’assessore Aldo Forteche risponde all’alta presenza nelle scuole del Lazio di alunni stranieri, che hanno raggiunto quota 65 mila, ovvero quasi l’otto per cento del totale degli iscritti, una percentuale superiore a quella nazionale». Altro filone particolarmente importante degli interventi approvati è quello degli sportelli di informazione, orientamento e mediazione culturale. «Il potenziamento di questi veri e propri infopoint – aggiunge Forte – ci consente di mettere in campo una soluzione a quello che, proprio dai cittadini immigrati, è vissuto come uno dei maggiori ostacoli alla loro piena integrazione. Mi riferisco alla difficoltà che incontrano nell’accedere o più semplicemente nel venire a conoscenza dei servizi attivi in loro favore sul territorio».

Integrazione scolastica, sociale e tutela dei diritti, «con particolare riguardo nei confronti di quelli delle donne immigrate – sottolinea Forte – infatti tra i progetti approvati c’è spazio per le azioni che intendono facilitare il loro accesso al mondo del lavoro e per quelle di contrasto alla tratta umana e, quindi, alla prostituzione». La distribuzione delle risorse è avvenuta sulla base del numero di cittadini immigrati regolarmente presenti sui diversi territori. La ripartizione ha interessato tutti i 55 distretti socio-sanitari del Lazio tra cui i cinque della provincia di Rieti cui sono stati destinati 150.059 euro.

Rispondi