Teatro

“La leggenda del fedele Samurai” a Casaprota

Il 14 dicembre presso il Teatro Tozzi di Casaprota in scena lo spettacolo degli artisti Paolina Borissova, Olivier Hugues Terreault e Igor Narovskis, ospiti del progetto di Residenza Artistica Nazionale

Anche quest’anno residenze artistiche, workshop, spettacoli ed incontri con artisti presso il Centro Jobel di Torricella in Sabina, Residenza Artistica Nazionale nell’ambito della normativa prevista dal Ministero per i Beni le Attività Culturali che mira ad identificare spazi stabili dedicati ad esperienze di “residenze per progettualità artistiche” a livello nazionale. Il Centro Jobel, fondato dal Gruppo Jobel nel 2003 a Torricella in Sabina, è un progetto stanziale dedicato ad artisti professionisti o in formazione, provenienti dalla Regione, dall’Italia e dall’Europa, per promuovere la crescita creativa delle giovani generazioni e lo sviluppo culturale del territorio per mezzo di un’ intensa programmazione annuale di iniziative (tra le quali, ad esempio, i laboratori teatrali stabili per tutte le età da anni attivi nei Comuni di Rieti, Cittaducale, Contigliano e Torricella in Sabina). Anche per il 2019 la Residenza Artistica Nazionale Centro Jobel coinvolgerà tre comuni della medesima area, generando un significativo triangolo artistico ben circoscritto nella provinciale di Rieti compreso tra Torricella in Sabina (Centro Jobel), Poggio Moiano (Teatro Vicolo Primo) e Casaprota (Teatro F. Tozzi), con la collaborazione delle tre Amministrazioni Comunali e gli Istituti Scolastici “M. Polo” e “F. Ulivi.

Secondo spettacolo di questo triennio è dedicato alla ricerca drammaturgica e didattica declinata come ricerca di relazione e contatto, ricerca d’identità con “La leggenda del fedele Samurai”, portata in scena dagli artisti Paolina Borissova, Olivier Hugues Terreault e Igor Narovskis sabato 14 dicembre 2019 presso il Teatro “F. Tozzi” di Casaprota, in uno spettacolo aperto a tutta la comunità del territorio.

A raccontarci la storia del grande Samurai sono due personaggi completamente diversi: un attore tradizionale del Teatro Noh e il suo originale assistente, Berta, un’adorabile ma maldestra ragazza. La tradizione offre un chiaro percorso ma, a volte, la sua rigidità rende le persone assetate di libertà. Seguendo solo quest’ultima, a volte ci si ritrova persi. E’ possibile rimanere liberi seguendo un percorso? Cosa succede se uniamo tradizione e libertà? Lo spettacolo combina elementi di clownerie, teatro fisico e teatro di ombre per cercare di trovare una risposta a queste domande.

POLINA BORISSOVA Dal 2008 prende lezioni di canto al Conservatorio di Amburgo e dal 2010 al 2013 frequenta l’Accademia Dimitri (Svizzera). Dal 2013 continua ad ampliare la sua formazione frequentando corsi e workshop con maestri come Hervè Langlois (Parigi, 2013), Yoshi Oida (Parigi, 2014), Clea Onori (2014), Carol Swann (2015, Berlino), Michael Moritz (2016), Nicole Kehrberger e Noam Meiri (Berlino, 2017)., Moshe Choen (2017), Helen Gustin (2018). Nel 2017 prende parte alla Masterclass “Nouveau Clown Institute” e “Academy of Fools” studiando con Jango Edwards, Slava Polunin, David Shiner, Jef Johnson. Dal 2013 dirige spettacoli di clownerie e acrobatica (C’era una volta…Jnnah!, 2013), musicali (Furchte dich nicht!, 2015), teatro (Thinking in the rain, 2017). Come cantante e musicista prende parte a spettacoli rappresentanti in Germania (Work song, 2016) e in Polonia (Linkaa, dal 2015 al 2018). Come clown ed attrice è interprete dal 2010 di numerosi spettacoli: Varietè Trollati (Germamia, Svizzera, 2010), Der Gelbe Klang (Lugano, 2011), Die Konferenz der Vogel (Svizzera e Germania, 2012), Pene d’amore perdute (Verscio, 2013), Hans im Gluck (Francia, Germania, 2014-2018), Sonnetten (Germania, Francia, Austria, 2016). Prende parte a programmi internazionali come clown lavorando in campi rifiugiati, ospedali, orfanotrofi: Clown without Border (Grecia, 2016), Healthcare Clowning Conferenze (Vienna, 2018), Emergency Smile (Ucraina, 2018).

OLIVIER HUGUES TERREAULT Dal 1987 lavora come attore, autore e regista per numerose performance teatrali. Nel 1994 è cofondatore de La Cie du Pont-Fleurs, compagnia di Teatro Fisico a Montreal (Canada). Nel 1996 consegue il Bachelor of Arts presso l’Università del Quebec in Canada (UQAM) studiando danza contemporanea, coreografia e interpretazione. Tra il 2000 e il 2003 co-fonda La Fondazione DR Clown (Montreal, Canada) e la Canada Association for Therapeutic Clowns. Dal 2007 affianca l’attività performativa a quella di formazione, tenendo corsi e workshop come docente di teatro e clowneria in Canada, USA, Regno Unito, Perù, Colombia, Brasile, Portogallo, Francia, Germania, Singapore, Israele). Nel 2012 è cofondatore del Teatro do Sopro (Rio de Janeiro, Brasile). Vincitore di premi quali: Alzheimer Society of Montreal Award ; Mayor of Montreal Award; Brazil Foundation Leadership.

IGOR NAROVSKIS Artista under 35 Nel 2012 consegue il Bachelor in Psicologia presso l’Università di Riga (Lettonia), frequenta la Scuola Healthcare clowing studiando con Sancho Goshen, Nimrod Eisenberg, Oliver-Hugue Terrault, prende parte a workshop di teatro e clownerie con Rochi Dan (2016), Losha Gavrielov (2017), Giora Seeliger (2018), Jan Hubert Sprinar (2018), Garry Edwards (2018), Martin Back (2018), e workshop di Butoh con Shusaku Takeuchi (2016). Tra il 2014 e il 2016 è attore nello spettacolo She di E. Radzinsky. Dal 2012 è membro dell’Associazione “Dr. Klauns” e partecipa a programmi di Healthcare Clowning in prigioni, ospedali in Russia, Israele. Come docente conduce workshop in Lettonia per adolescenti, associazioni, istituti (Riga Gestalt Institute). Vince il premio dal dipartimento penitenziario della Lettonia per la performance nello show Legend of the Staunch Samurai (2017). – giornate di residenza (non inferiori a 15 anche non continuative- requisito art. 5 lettera b) e periodo 15 giornate di residenza, dal 4 al 18 dicembre 2018.

Rispondi