La comunità Romena ha festeggiato San Giuseppe il Nuovo di Partos

Domenica 20 settembre è stata una giornata speciale per la comunità ortodossa romena della provincia di Rieti. I fedeli hanno festeggiato per la seconda volta il Protettore della Parrocchia, San Giuseppe il Nuovo di Partos , Vescovo di Timisoara. La comunità rumena è la più grande e numerosa comunità straniera della provincia e del Comune di Rieti. Per i bisogni religiosi dei suoi fedeli, la Diocesi Ortodossa Romena d’Italia, con la benedizione del Vescovo Siluan, il 20 ottobre 2012 ha mandato il reverendo padre Holban Constantin come parroco ortodosso per i rumeni della provincia di Rieti. La comunità è ospitata dalla Chiesa Cattolica nella storica chiesa di Santa Lucia a Rieti, nella quale svolge i suoi riti e celebra ogni domenica e nelle feste religiose la santa Messa.

San Giuseppe il Nuovo di Partos nacque in Dalmazia nella citta Ragusa nel lontano 1568. Si recò da giovane nel monastero Pantocrator. All’età di 82 anni è stato nominato Vescovo di Timisoara dal Patriarca di Costantinopoli di quei tempi. È noto per un miracolo accaduto mentre era Vescovo: una parte della città prese fuoco minacciando di incendiare anche la chiesa in cui celebrava la Messa. Uscito dall’edificio con il calice in mano il vescovo si mise a pregare forte insieme al popolo spaventato. Iniziò subito una pioggia che spense il fuoco. Un frammento delle sue ossa si trova nella chiesa parrocchiale di Rieti, dove i fedeli inginocchiano e pregano.

Hanno concelebrato la Santa Mesa, insieme a padre Constantin Holban anche padre Gabriel Greavu dalla parrocchia Prima Porta di Roma ed il diacono Nicolae Strugaru della parrocchia di Marcellina. Alla celebrazione ha partecipato anche il Sindaco di Rieti, Simone Petrangeli, che si è congratulato la comunità ed ha assicurato una buona collaborazione tra l’amministrazione e la comunità rumena. Finita la mesa, i presenti si sono recati all’oratorio di San Nicola, dove e stato preparato un pranzo pastorale romeno.

Il vescovo Domenico Pompili ha raggiunto la comunità portando i suoi migliori auguri per una buona relazione di amicizia e fratellanza tra le due Chiese.

Foto © Daniel e Daniela Rusnac.

 

Rispondi