Caritas

Integrare con la musica: il progetto Caritas di Rieti con i migranti dello Sprar

È stato annunciata durante l’incontro con gli operatori pastorali una nuova iniziativa promossa nell’ambito del progetto Sprar di Rieti gestito dalla Caritas diocesana.

È stato annunciata durante l’incontro con gli operatori pastorali una nuova iniziativa promossa nell’ambito del progetto Sprar di Rieti gestito dalla Caritas diocesana. Grazie alla collaborazione con il maestro Angelo Fusacchia, si è infatti dato il via a un laboratorio musicale, con lo scopo di dare vita a un coro multiculturale.

«Si canta in varie lingue ed è aperto a tutti», ha spiegato la responsabile del settore, Antonella Liorni, ricordando che l’esperienza fa parte dei tanti laboratori promossi dalla Caritas per avvicinare le persone ospitate alla cittadinanza.

Una strada per l’integrazione, infatti, si può trovare coltivando le passioni comuni, e nessun linguaggio è più universale di quello della musica.

Rispondi